Caffè sospeso

Data Pubblicazione: 01/07/2019

Caffè sospeso

E’ una questione di umanità, solidarietà, amicizia; è una questione di caffè… sospeso! Nasce a Napoli, patria della ‘tazzulella’, città in cui il caffè smette di essere una semplice bevanda per diventare simbolo, rito, questione di cuore e sentimenti. Sì, stiamo scadendo nel retorico ma come non farlo quando si parla di caffè sospeso.

Napoli, il rito del caffè sospeso

Si tratta un’usanza non molto antica, che può essere fatta risalire durante la seconda guerra mondiale. Era proprio durante gli anni difficili del conflitto mondiale, quando anche una tazza di caffè diventava un miraggio tra le mille privazioni cui la popolazione era costretta per colpa della guerra. Proprio in questi tempi difficile, un piccolo ma significativo gesto di solidarietà era il caffè sospeso: le persone che potevano permetterselo erano solite pagare al bar due caffè, una per sé, l’altra per chi ne aveva la voglia ma non la possibilità. Così quando si sentiva dire ‘vuole un caffè’, il sorriso illuminava il volto di chi udiva questa domanda e il caffè assumeva tutto un altro sapore.
Un’usanza che di certo non è caduta in disuso e si è diffusa anche fuori Napoli. Una tradizione che uno dei storici locali napoletani, il Caffè Gambrinus, ha voluto riproporre nel 2010 per festeggiare i suoi 150 anni di vita. Questa usanza è diventata anche un titolo di un libro, ‘Il caffè sospeso’ appunto, di Luciano De Crescenzo. Proprio lo scrittore e filosofo napoletano sintetizza con una splendida frase il concetto di caffè sospeso: “Quando qualcuno è felice a Napoli, paga due caffè: uno per se stesso, ed un altro per qualcuno altro. E’ come offrire un caffè al resto del mondo”. E si sa, quando si offre qualcosa si diventa ancora più felici, alle prese con un rito che sa di amicizia, sentimento e… caffè!

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CIOCCOLATO, MAI IN FRIGORIFERO

E’ il nettare degli dei, il cibo che riesce a far gola a tutti, ma proprio a tutti. Eppure il cioccolato in estate dà più di qualche problema e ...

Continua a leggere

INTOSSICAZIONE DOPO PRANZO DA SORBILLO

Mangiano una pizza a Napoli e finiscono in ospedale. E’ la storia raccontata da due ragazze della Costiere Amalfitana, di passaggio in città per ...

Continua a leggere

FRUTTI ESTIVI PIÙ CONSUMATI

L’estate è anche la stagione della frutta. Con il caldo cresce la voglia di mangiare freschi e dissetanti frutti: ma quali sono quelli più ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista