Tanti motivi per cui bere moderatamente vino fa bene

Data Pubblicazione: 12/10/2015

Tanti motivi per cui bere moderatamente vino fa bene

Il vino è una bevanda unica e diversa, un "nettare" che, bevuto moderatamente, fa bene al corpo, allo spirito, alla mente, coinvolgendo tutti i sensi!

Il vino è una delle bevande alcoliche più antiche al mondo.
I nostri antenati, pur senza conoscere gli aspetti scientifici, avevano intuito le virtù terapeutiche e lo usavano per curare numerose malattie, come il raffreddore e l'influenza, o per detergere le ferite. Anche la saggezza popolare non si è risparmiata in citazioni favorevoli all'assunzione di vino, uno tra questi: "un bicchiere di vino rosso fa buon sangue".
Oggi, per dimostrare che il vino fa bene, sono stati fatti numerosi studi e gli esperti sono arrivati alla conclusione che il vino, se bevuto moderatamente, può avere tanti benefici sulla nostra salute sia fisica che mentale.
Uno studio recente ha dimostrato che alcuni composti presenti nel vino potrebbero prevenire diverse malattie.
Il vino bianco contiene acido caffeico che svolge una funzione protettiva per cuore e reni.
Il resveratolo, polifenolo contenuto soprattutto nei rossi, ha numerose proprietà benefiche. Innanzitutto aiuta a ridurre il colesterolo prevenendo le malattie cardiache e carcardiovascolari; ha un'azione antinfiammatoria proteggendo il nostro sistema immunitario; può regolare il metabolismo ed essere, quindi, un ottimo alleato per la nostra forma fisica. Questa sostanza ha anche effetti benefici sull'ippocampo, una parte del cervello che stimola la memoria e l'apprendimento.
Alcuni ricercatori italiani, dell'università di Milano, analizzando alcuni tipi di vini rossi come Nebbiolo, Merlot, Cabernet Savignon, Sangiovese, hanno scoperto alte concentrazioni di melatonina, ormone che regola i ritmi del sonno e della veglia con risvolti positivi sull'umore. Questo spiegherebbe perché sorseggiando un bicchiere di vino da soli o con amici, si crea un'atmosfera piacevole e rilassante. 
Riconosciuti gli aspetti positivi nel bere moderatamente va però ricordato che l'abuso può provocare numerosi danni al nostro organismo: sul sistema nervoso, sull'apparato digerente, sul fegato.

Il vino deve essere considerato un alimento da consumare con moderazione, 200-350 ml al giorno durante il pranzo o la cena, a seconda del sesso e del peso corporeo, secondo anche le indicazioni dell'OMS.
Quindi, secondo queste avvertenze, si può consumare circa un bicchiere di vino ad ogni pasto: questo consentirebbe di gustare a pieno il vino preferito, senza esagerare.
I consumatori più a rischio sono quelli che non rispettano queste indicazioni bevendo vino come se fosse una sostanza simile all'acqua, quindi da bere senza problemi.
Anche in questo caso la saggezza popolare ci viene in aiuto, racchiudendo in poche parole una semplice verità: l'acqua si beve, il vino si degusta.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

COME IMPIATTARE: DAGLI ANTIPASTI AGLI SPAGHETTI

Per una cena di occasione o semplicemente per fare bella figura con gli amici, impiattare è fondamentale. L’impiattamento spesso è un capitolo ...

Continua a leggere

COME PIEGARE I TOVAGLIOLI PER UNA TAVOLA PERFETTA

Quando si vuole apparecchiare la tavola in maniera perfetta, piegare i tovaglioli è di fondamentale importanza. Ma qual è la tecnica migliore per ...

Continua a leggere

MANGIARE PESCE FA VIVERE PIÙ A LUNGO

Mangiare pesce fa bene, non è certo un segreto. Si tratta di uno degli alimenti più preziosi per l’organismo umano: ricco di nutrienti, è anche ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista