L’U.N.C. raccomanda cautela negli acquisiti on line di prodotti alimentari

Data Pubblicazione: 07/09/2015

L’U.N.C. raccomanda cautela negli acquisiti on line di prodotti alimentari

La sempre più capillare diffusione dell’e-commerce in tutti i settori merceologici può essere fonte di rischi per il consumatore meno avveduto.

L’occasione per tale riflessione è stato lo sbarco del colosso delle vendite on line Amazon nel commercio di cibi e bevande, avvenuto a fine luglio di quest’anno. L’annuncio dell’apertura dello shop on line dedicato a cibi e bevande è stato effettuato da François Nuyts, Country Manager di Amazon Italia e Spagna, che ha dichiarato: "Il nostro nuovo negozio è disponibile 24 ore al giorno e 7 giorni su 7. Adesso i clienti possono acquistare migliaia di prodotti alimentari a lunga conservazione e per la cura quotidiana della casa con un click e dimenticare code e pesanti borse da trasportare". Attualmente il negozio virtuale è disponibile solo in versione beta, ovvero è in una fase di test delle diverse funzioni e di raccolta dei feedback dei clienti: tuttavia le principali funzionalità sono tutte operative ed è già possibile effettuare acquisti.
L’opportunità di acquistare cibi e bevande on line rappresenta certamente una novità interessante nel mondo dell'e-commerce del nostro Paese: occorre tuttavia fare molta attenzione, perché nel web la possibilità di frodi è davvero elevata e gli impatti di una scorretta alimentazione sulla salute potrebbero essere anche gravi. L’Avv. Patrizia Polliotto dell’ Unione Nazionale Consumatori, infatti, ha invitato i consumatori alla prudenza, vista appunto la delicatezza del settore. Il legale torinese, dopo aver affermato che è necessario "sottolineare e mettere in evidenza l'esigenza di cautela nell'acquistare alimentari di ogni sorta in modalità e-commerce, in quanto già l'antica scuola salernitana medievale ci insegnava in tempi lontanissimi che siamo ciò che mangiamo", ha segnalato con forza la necessità di prestare attenzione "a tutti i portali, come lo stesso Amazon, che si propongono indifferentemente di immettere sul mercato qualsivoglia tipologia di prodotto, specie quelli legati all’alimentazione."
L’avv. Polliotto ha poi sollecitato "cittadini e consumatori ad acquistare in negozi fisici, per poter verificare direttamente di persona date di scadenza e stato di conservazione stesso degli alimenti. Qualora si ravvisino casi di acquisti on line di cibi e bevande non conformi alle leggi vigenti, invitiamo i consumatori a segnalare puntualmente i fatti accaduti agli sportelli dell'Unione Nazionale Consumatori in orario d'Ufficio allo 011 5611800 o allo 0121 376264".
Va evidenziato che, come risulta dal sito di Amazon, nel negozio "Alimentari e cura della casa" non sono disponibili cibi freschi e surgelati e prodotti facilmente deperibili, ma solo prodotti alimentari a lunga conservazione. La segnalazione dell’U.N.C. è in ogni caso di estrema rilevanza, in quanto anche i prodotti a lunga conservazione possono essere non conformi a norme o essere conservati in maniera non corretta: occorre quindi tenere alto il livello di attenzione per riuscire a coniugare il risparmio e la praticità degli strumenti di acquisto on line con le prioritarie esigenze di sicurezza alimentare.

Non dimentichiamo mai che le scelte dei consumatori - se oculate - sono sempre il modo migliore, ed il più rapido, per orientare positivamente i comportamenti delle aziende, premiando le imprese virtuose e facendo via via estinguere quelle che privilegiano unicamente bassi costi uniti ad alti profitti.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE IN VACANZA, LE SCELTE DEGLI ITALIANI

Mangiare in vacanza non è una questione secondaria, almeno non per gli italiani. Altro che mare, montagna o arte, le mete preferite dagli italiani ...

Continua a leggere

LISTERIA, COME CONGELARE SENZA RISCHIARE

Un nome che sentiamo sempre più spesso, soprattutto negli ultimi giorni: listeria. Si tratta di una famiglia di batteri che può essere rischiosa ...

Continua a leggere

CIBO A DOMICILIO, SUCCESSO DELLE APP: CUCINARE VA IN SOFFITTA?

Un trend in continua crescita che presto potrebbe portare alla ‘scomparsa’ delle cucina: è il cibo a domicilio, una moda che anche in Italia ha ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista