Junk food: non solo responsabile di problemi fisici, ma anche psichici

Data Pubblicazione: 24/09/2015

Junk food: non solo responsabile di problemi fisici, ma anche psichici

Il "junk food" è quel gruppo di alimenti che comprende i cibi fritti, grassi e troppo zuccherati. Junk food è, però, anche sempre al centro di diversi dibattiti.

Il cibo spazzatura è uno dei peggiori nemici di dottori e nutrizionisti, e soprattutto dei loro pazienti che sono costretti dai medici a rinunciare a questi cibi tanto deliziosi quanto dannosi per l'organismo.
Tra i danni che la consumazione costante di cheeseburger, patatine fritte, cioccolatini e bevande zuccherate provocano al fisico ci sono senza dubbio l'obesità e le malattie a carico del sistema cardio-vascolare (ictus, infarti, ostruzioni veneree). Inoltre, questi cibi non apportano vitamine e nutrienti al corpo, ma aumentano solo l'accumulo di grasso su di esso. Per questi motivi, chi si occupa di salute umana consiglia di consumare il "cibo spazzatura" il meno possibile durante l'arco della vita.
Nonostante le brutte informazioni a carico di questa fetta della piramide alimentare, il junk food rimane sempre il cibo preferito di bambini ed adulti. In particolare, la consumazione di questi cibi succulenti e pericolosi, per alcuni è un modo per dimenticare le proprie preoccupazioni donando piacere al palato.
Negli ultimi tempi, grazie a diverse ricerche effettuate nel mondo, è emerso un nuovo dettaglio che riguarda la tipologia di cibo inquisito, il quale ne aumenta le ragioni per eliminarlo dalla propria dieta. Sembrerebbe, infatti, che il cibo spazzatura, oltre a causare danni al fisico, ne causerebbe diversi anche alla mente.
Una prima ricerca è stata portata a termine ad Esfahan, in Iran, e come campioni sono state prese persone di età compresa tra i 22 e i 55 anni e di entrambi i sessi.
La ricerca ha riscontrato un effettivo aumento dei disturbi psichici nelle persone che mangiavano abitualmente cibi spazzatura rispetto a quelli che assumevano solo frutta, verdura e alimenti a basso contenuto di zuccheri e grassi.
Anche in America sono state eseguite delle ricerche riguardanti il cibo spazzatura.
Una di queste, eseguita alla Columbia University, ha dimostrato che il junk food, a causa dell'alto indice glicemico che contiene (responsabile dell'aumento di glucosio nel sangue), peggiora l'umore delle donne, in particolare di quelle che stanno attraversando la menopausa.
Può risultare scontato, ma i problemi di salute che causa un'alimentazione abituale a base di cibo spazzatura sono responsabili di depressione e disagi emotivi.

In definitiva, è stato dimostrato quanto sia inutile rifugiarsi nel cibo spazzatura quando si hanno preoccupazioni, nonostante siano a tutti noti i danni che esso può apportare all'organismo, perché l'effetto benefico che provoca sull'umore è solo un'illusione momentanea che in breve tempo si può tramutare in una serie di problemi psichici più gravi.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE IN VACANZA, LE SCELTE DEGLI ITALIANI

Mangiare in vacanza non è una questione secondaria, almeno non per gli italiani. Altro che mare, montagna o arte, le mete preferite dagli italiani ...

Continua a leggere

LISTERIA, COME CONGELARE SENZA RISCHIARE

Un nome che sentiamo sempre più spesso, soprattutto negli ultimi giorni: listeria. Si tratta di una famiglia di batteri che può essere rischiosa ...

Continua a leggere

CIBO A DOMICILIO, SUCCESSO DELLE APP: CUCINARE VA IN SOFFITTA?

Un trend in continua crescita che presto potrebbe portare alla ‘scomparsa’ delle cucina: è il cibo a domicilio, una moda che anche in Italia ha ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista