Foraging le risorse nascoste nei boschi

Data Pubblicazione: 06/09/2016

Foraging le risorse nascoste nei boschi

Il bosco è il nuovo supermercato: parliamo di Foraging le risorse nascoste nei boschi. Il foraging è la nuova dimensione del consumo sostenibile, consapevole e curioso.
I boschi sono delle miniere di risorse, per chi è in grado di capire il valore di ciò che contengono. L'arte di utilizzare ciò che si trova in natura per nutrirsi o per altri usi è antica almeno quanto l'uomo. I cacciatori raccoglitori hanno anticipato, di molto, i primi coltivatori. Al giorno d'oggi, in cui tutto quello di cui possiamo avere bisogno è disponibile al supermercato, questa arte è andata un po' perduta ed è limitata, in buona parte, ai cercatori di funghi o a pochi appassionati. A dare nuova linfa ad una attività antica ci pensa l'organizzazione Wood*ing, fondata da Valeria Mosca con la collaborazione di uno chef, una tossicologa, un'erborista e un biotecnologo. L'obbiettivo è quello di diffondere, anche con lezioni a domicilio, la cultura del cosiddetto foraging, cioè la ricerca di piante e prodotti a scopo alimentare nei boschi. Questa rinnovata cultura richiede conoscenze molto ampie che si possono apprendere da una varietà di fonti, dai moderni libri di botanica ai testi più antichi, fino ai manuali di sopravvivenza. Riconoscere ciò che può essere utilizzato dai prodotti che devono essere evitati non è semplice e le conseguenze possono essere molto pericolose. Per questo motivo è importante avere preparazione, costanza e, possibilmente, delle guide preparate. Ma non è solo il desiderio di cercare piante commestibili che spinge le persone verso i boschi. Molti vegetali dal potere officinale si nascondono tra le nostre montagne e aspettano solo di essere scoperti, o riscoperti. L'iperico, ad esempio, possiede effetti antidepressivi e permette anche di creare un rimedio naturale contro le punture di insetto. Anche il rabarbaro alpino, pianta nota solo ai veri appassionati, può ritornare utile come rimedio per i problemi di digestione. Il foraging, in sostanza, esprime il bisogno di un ritorno alla natura per poter attingere direttamente alle risorse che essa può offrire per l'alimentazione e il benessere della persona. Si tratta di una filosofia che incoraggia un consumo consapevole e sostenibile e porta alla riscoperta di sapori e rimedi che stanno lentamente andando perduti assieme alle conoscenze che ne sono alla base. Il foraging può essere, con le dovute accortezze, un buon modo per imparare a sfruttare nuove risorse o, nel peggiore dei casi, un'ottima scusa per trascorrere più tempo all'aria aperta. La salute ne trarrà giovamento in ogni caso. Leggete anche la vitamina B3 contro i cibo spazzatura.  

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

IL LAVORO DEI SOGNI: MANGIARE AVOCADO E DIMAGRIRE

Il nuovo lavoro? Mangiare avocado per dimagrire! E’ l’offerta lanciata da un gruppo di ricercatori che vogliono approfondire gli effetti ...

Continua a leggere

KARMA, L'APP CHE COMBATTE LO SPRECO ALIMENTARE E AIUTA CHI HA BISOGNO

Si chiama Karma ed è una nuova applicazione che si pone l’obiettivo di combattere lo spreco alimentare e aiutare i bisognosi. Un’idea semplice ...

Continua a leggere

LE 10 REGOLE PER IL VERO CAFFÈ ITALIANO (SECONDO GLI INGLESI)

Caffè Italia, un binomio conosciuto in tutto il mondo tanto che all’estero c’è chi ha pensato bene di buttare giù un vademecum per bere un ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista