Cucina abruzzese

Data Pubblicazione: 03/01/2016

Cucina abruzzese

I piatti regionali abruzzesi, fra gusto e genuine prelibatezze

La tradizione culinaria abruzzese è una delle più ricche dell'Italia: le sue ricette stupiscono per la genuinità e la varietà dei prodotti utilizzati.

Il sapore autentico dei prodotti dell'Italia centrale rivive nei piatti abruzzesi: dai primi ai dolci, il repertorio classico si contraddistingue per le pietanze succulenti. Uno dei piatti tipici più apprezzati, attinto dalla cucina povera dei tempi antichi, è rappresentato dalla tradizionale fracchiata. Si tratta di polenta di farina di ceci, servita con alici e peperoncini fritti, con l'aggiunta dell'olio di frittura. Molto ricco e saporito un altro piatto unico della tradizione: gli spaghetti alla chitarra, all'uovo, con crema di zafferano, ricotta di pecora e salsicce. Le scrippelle mbrusse, ovvero le crepes in brodo di carne, rappresentano un altro gustoso primo piatto, ideale nei giorni freddi che caratterizzano gli inverni della regione. Per quanto riguarda i secondi, uno dei più graditi è l'agnello cacio e uova, sfumato con vino bianco ed arricchito da una cremina a base di uova e formaggio pecorino; gli altri secondi della tradizione, a base di carne, sono il tacchino alla canzanese, un arrosto in gelatina da servire freddo; la capra alla neretese, aromatizzata ai chiodi di garofano e servita con peperoni rossi fritti; ed i rinomati arrosticini, pezzetti di carne di pecora, infilati negli spiedini ed arrostiti sulla brace. Fra le pietanze tipiche più ricche bisogna annoverare un piatto della festa, la minestra dei "ranati". Si tratta di un piatto a base di legumi, verdure e cereali, della tradizione contadina, molto caratteristico perchè accompagnato da vecchie usanze e filastrocche, un rito da celebrare il primo giorno di maggio. La regione propone molte ricette a base di alici, pesce azzurro molto nutriente e poco costoso. Rinomata è la tiella di alici, realizzata con patate, acciughe fresche, odori e pangrattato. Molto ricche e saporite, le tinche carpionate, pesci di lago infarinate e fritte, servite con un sughetto di cipolla, odori ed aceto. Dulcis in fundo, il parrozzo: il dolce tipico più famoso di tutto l'Abruzzo, precisamente della provincia di Pescara, a base di semolino e mandorle. Una prelibatezza che anticamente designava un piatto povero di pane cotto nell'acqua, il pane rozzo. Nel tempo si arricchì di ingredienti, fino a diventare uno squisito dolce, decantato dal celebre D'Annunzio. Molto tradizionale anche la cicerchiata, pepite di semplice impasto, fritte, impreziosite dal miele e dai confettini colorati.

L'amore per la gente ed il territorio caratterizza ogni singolo piatto abruzzese: ogni ricetta della tradizione è un tributo alla regione, alle sue incantevoli terre.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ALIMENTI E CATTIVO ODORE

Cattivo odore, colpa del cibo. Ci sono alcuni alimenti che possono causare il cattivo odore del corpoe che quindi vanno ad influire in un problema ...

Continua a leggere

MANGIARE UVA FA INGRASSARE: LA FALSA CREDENZA

Settembre è il periodo dell’Uva e resistere al richiamo dei chicchi è troppo difficile. Un sapore irresistibile, un chicco tira l’altro ed ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A SAN GENNARO

Oggi, 19 settembre, è San Gennaro. Festa patronale a Napoli, giorno in cui (uno dei tre all'anno) avviene la liquefazione del sangue del Santo ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista