Come scegliere i Wurstel giusti

Data Pubblicazione: 17/10/2016

Come scegliere i Wurstel giusti

Oggi prestiamo la nostra attenzione su Come scegliere i Wurstel giusti -  Diciamo la verità, a chi non piacciono i wurstel? Spesso però non ci convincono per la qualità. Vediamo quindi come mangiare un prodotto sia buono che genuino. Oggi i wurstel vengono utilizzati per preparare tantissimi piatti come hot dog, torte rustiche, panini farciti, grigliate, pizze, finger food e molto altro ancora. Insaccato spesso discriminato come di bassa o dubbia qualità, possiamo tranquillamente affermare che di wurstel ottimi ne esistono eccome! Basta soltanto saper scegliere. Per prima cosa dobbiamo sapere che si tratta di insaccati che vengono preparati con un mix di carne magra e grassa e soprattutto quest’ultima costituisce circa il 20% dell’impasto. È un trito molto fine al quale vengono aggiunti sale, pepe e spezie varie. Per la lavorazione poi ci si serve in genere di carne congelata o fresca ma raffreddata con ghiaccio poiché il composto freddo è più semplice da lavorare. Alla fine l’impasto viene messo dentro dei budelli di maiale o agnello per poi essere messi ad affumicare o stufare. Una volta pronti, entrano quindi in gioco i cosiddetti additivi che hanno lo scopo di conservare la freschezza del prodotto. Tra questi i più comunemente utilizzati dalle aziende sono il nitrato di sodio, il glutammato monopodico, il guanilato di sodio e l’acido ascorbico. Questi per legge possono essere contenuti negli insaccati ma entro determinate quantità non nocive. Per questo sono spesso presenti nei wurstel in dosi infinitesimali e basterà semplicemente non abusare del prodotto. Altro aspetto da non trascurare è poi il tipo di carne con la quale vengono preparati che può essere di vitello, suino o pollo. Se invece troviamo sulla confezione la sigla "csm" (carne separata meccanicamente), siamo davanti ad un wurstel di qualità inferiore e questa tecnica è soprattutto impiegata per i wurstel di tacchino, pollo e suino di scarsa qualità. Il costo al chilogrammo non dovrebbe essere al di sotto degli 11-12 euro per essere sicuri di avere un insaccato di buona fattura. Per quel che riguarda poi le tipologie di wurstel, molto gustosi sono quelli del Trentino ma l’eccellenza proviene ovviamente da Paesi quali la Germania, l’Austria e la Svizzera. In commercio è possibile scegliere tra una vasta gamma di wurstel di forme e dimensioni diverse. I Frankfurter sono quelli sottili e allungati, Come scegliere i Wurstel giusti   I  bratwurt sono corti e più spessi Come scegliere i Wurstel giusti bratwurt   mentre i  weisswurst sono fatti con carne di vitello e erbe.   Come scegliere i wurstel giusti weisswurst   I cervelat infine sono i wurstel svizzeri che solitamente sono stufati e non affumicati.   Come scegliere i Wurstel giusti cervelates A questo link troverai tante ricette con questo ingrediente!

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE PIZZA FA AVERE SUCCESSO SUL LAVORO

Non solo bontà tutta da assaporare: mangiare pizza fa avere successo sul lavoro! E’ l’incredibile scoperta fatta da uno psicologo americano Dan ...

Continua a leggere

QUANTA VITAMINA D ASSUMERE OGNI GIORNO

Quanta vitamina D occorre assumere ogni giorno? E’ risaputo che parliamo di una sostanza che apporta benefici al nostro organismo. La vitamina D è ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A COLAZIONE PER DIMAGRIRE

Un abbondante colazione per dimagrire. Sembrerà un controsenso ed invece è la ricerca scientifica a dirlo: il primo pasto del giorno deve essere ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista