Cani come persone, ma a tavola è meglio fare attenzione

Data Pubblicazione: 12/02/2016

Cani come persone, ma a tavola è meglio fare attenzione

Fido a tavola: gli alimenti da evitare per mantenerlo in salute

Spesso si tende a trattare i propri cagnolini come se fossero persone, anche per quanto riguarda l'alimentazione. Il loro organismo però è differente da quello umano e alcuni cibi, nocivi per la salute, è meglio bandirli.

Uno fra gli alimenti più pericolosi per i cani è senza dubbio il cacao ed i suoi derivati: esso infatti contiene la teobromina, una sostanza tossica che può condurli persino alla morte. Questo alcaloide è capace di danneggiare gli organi interni, soprattutto i reni, i polmoni, il cuore ed il sistema nervoso centrale. Bastano 50 grammi per arrecare seri danni all'organismo del cane e gli effetti devastanti si possono osservare già nelle prime ore di somministrazione sotto forma di infarti, emorragie interne e convulsioni. Altri dolciumi da proibire al proprio amico a quattro zampe sono le caramelle: in genere contengono un alto tasso di lattosio, indigeribile per il cane. Allo stesso modo, lo zucchero in generale è totalmente da bandire dalla sua alimentazione, poiché risulta indigesto e a lungo andare può provocare il diabete mellito. D'altra parte anche il sale non scherza: specialmente nei cuccioli può causare l'insorgere di patologie dell'apparato cardiocircolatorio.
Un cibo insospettabile, e che molte persone danno tranquillamente al proprio cagnolino è il pane: in realtà il lievito contenuto in esso è nocivo e può arrecare forti dolori addominali, portando addirittura alla rottura di intestino o stomaco.
Sebbene in generale la frutta, come ad esempio le mele, sia salutare, l'uva costituisce una letale eccezione. A tutt'oggi non si è ancora riusciti a capire quale sia la causa scatenante che porta i cani che la ingeriscono all'insufficienza renale e di seguito alla morte. Cipolle e aglio, elementi cardine della cucina mediterranea, sono altresì da bandire dall'alimentazione canina: questi bulbi contengono difatti il disolfuro di n-propile, in grado di attaccare i globuli rossi e distruggerli. Ciò causa diarrea, vomito ed in certi casi persino una grave anemia. Pericolosi anche i pomodori crudi acerbi e le patate crude, poiché contengono solanina, una tossina che i cani non riescono a metabolizzare e che genera affanno, tremori, dolore allo stomaco e tachicardia. 
A dispetto dell'immaginario collettivo infine anche le ossa sono da evitare. Specialmente quelle di selvaggina e pollame, più tenere, tendono a frantumarsi e a scheggiarsi e, specialmente nei cagnolini di taglia più piccola, possono procurare perforazioni allo stomaco e all'intestino e quindi la morte.

L'amore per il proprio cucciolo passa quindi anche dall'alimentazione: meglio imparare a nutrirlo in modo sano in modo da regalargli una vita lunga e felice.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

RISTORANTI, ADDIO CENE

Addio cene al ristorante, almeno per un mese. E’ questo il succo del DPCM firmato ieri da Giuseppe Conte. Un nuovo decreto per chiudere le ...

Continua a leggere

AEREO IN RITARDO: LA MODELLA DEVE MANGIARE LE OSTRICHE

La notizia è di quelle che desta stupore: un aereo in ritardo per consentire ad una viaggiatrice di gustarsi un piatto di ostriche. Vero e assurdo, ...

Continua a leggere

GLI ALIMENTI PIÙ PERICOLOSI

Sono gli alimenti più pericolosi, i cibi che sono risultati più a rischio secondo un’analisi della Coldiretti. Parliamo della Black List dei cibi ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista