Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Pulire e tagliare lo zenzero, spezia dal gusto deciso

Data Pubblicazione: 09/12/2016

Pulire e tagliare lo zenzero, spezia dal gusto deciso

Vediamo come pulire e tagliare lo Zenzero, pianta erbacea che in cucina è utilizzata come spezia. Venduto sia in polvere che fresco, con la radice intera, è molto utilizzato nella cucina indiana ma va usato con parsimonia per il suo gusto deciso. Per chi volesse comprarlo fresco, è bene sapere come pulire e tagliare lo zenzero una volta acquistato. Un’operazione simile a quella che si compie con le patate.

Zenzero fresco e zenzero in polvere

In primo luogo occorre sapere che in confronto a quello secco e venduto in polvere, lo zenzero fresco presenta un sapore meno forte e intenso. Una volta acquistato lo zenzero (sarà venduto con tutta la radice) con un coltello tagliamo il pezzo che vogliamo usare.

Come pulire e tagliare lo zenzero

A questo punto passiamo questo pezzo sotto l’acqua corrente e successivamente procediamo a sbucciarlo. sbucciare lo zenzero Per farlo possiamo usare un coltello o un pelapatate anche se la forma irregolare delle radici renderà l’operazione un po’ difficoltosa. Per rendere più agevole questo passaggio è possibile utilizzare un cucchiaio per grattare la buccia dello zenzero. A questo punto la parte di zenzero è pronta ad essere tagliata in base alla ricetta che vogliamo realizzare. Lo zenzero può essere tagliato a fettine sottili, oppure grattugiato o ancora si può spremerlo per utilizzarne il succo. Per tagliarlo a julienne occorre prima tagliarlo a fettine sottile, poi disporre le fettina una sopra all’altra e procedere con nuovi tagli in verticale. Se, invece, avete voglia di insaporire i vostri risotti con lo zenzero potete grattugiarlo direttamente nella padella dove state cuocendo il vostro risotto.

Suggerimenti per conservare lo zenzero

Importante è non sbucciare troppo zenzero ma soltanto la parte che dobbiamo utilizzare. Tale precauzione è fondamentale in quanto lo zenzero si conserva meglio se lasciato con la buccia. Per aumentare la durata della conservazione è opportuno, inoltre, riporlo in un luogo fresco e asciutto in modo da impedire che compaia la muffa. Se volete un’idea su come utilizzare lo zenzero, qui trovate tutte le ricette.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

IL CLORO

Il cloro è un sostanza chimica molto reattiva e può combinarsi con altri minerali inorganici creando sostanze potenzialmente dannose. Allo stesso ...

Continua a leggere

SBARAZZARSI DELL'ALITO PESANTE DOPO AVER MANGIATO AGLIO

Questo articolo lo dedichiamo a tutti gli amanti dell’aglio che, pur non volendo rinunciare all’amato gusto, si trovano sempre di fronte ...

Continua a leggere

PESCE FRUTTA E VERDURA DI MAGGIO

Questo mese, in quanto a clima, si sta rivelando molto particolare: difficile godersi il sole ed in molti hanno rinunciato alle passeggiate ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista