Come pulire e tagliare l'aragosta in pochi passi

Data Pubblicazione: 01/09/2017

Come pulire e tagliare l'aragosta in pochi passi

Tra i crostacei più costosi, pulire e tagliare l'aragosta non è un'operazione semplice. Un'operazione da fare con la giusta dose di pazienza e gli strumenti più adatti per non rovinare questo crostaceo delizioso da cucinare con un bel piatto di spaghetti o in un'infinità di altri modi. Nelle scelta dell'aragosta, occorre preferire quelle che arrivano da mari con plancton e alghe: sono quelle con la carne migliore, molto tenera e gustosa.

Come scegliere l'aragosta

Nel pulire e tagliare l'aragosta, è importante la grandezza. Se molto piccola, occorre tagliarla a metà in lunghezza; se belle grandi, invece, è consigliabile preparare dei tocchetti, magari senza corazza. Il suggerimento quando si decide di comprare un'aragosta, è preferire quelle vive; in alternativa si può puntare su quelle fresche o surgelate.

Come pulire e tagliare l'aragosta

Ma vediamo come pulire e tagliare l'aragosta. Prendiamo il crostaceo e lo spazzoliamo per bene, prima di metterlo in acqua per lavarlo accuratamente. Ora poggiamo l'aragosta su una bacinella ed eliminiamo il filetto nero che percorre tutta la coda. Adesso prendiamo un'asse di legno e un po' di spago che vi servirà per legare l'aragosta. Procediamo prima con il legare la parte davanti, poi facciamo passare lo spago lungo il dorso e arriviamo alla coda dove chiudiamo un altro nodo. Ora possiamo procedere con la lessatura dell'aragosta. Una volta effettuata, la lasciamo raffreddare nel suo brodo e poi sleghiamola. Impugniamo con una mano il torace e l'altra la coda e avvicinando le due parti in direzione dell'esterno, le stacchiamo. Ora impugniamo le forbici e facciamo un taglio longitudinale nella parte inferiore della corazza. Sfiliamo la polpa e....siamo pronti a cucinare l'aragosta come vogliamo. Possibile anche che nell'aprire la nostra aragosta si trovino le sue uova. Si possono utilizzare per realizzare una squisita salsa, magari insieme a della maionese. Ideale per andare a condire la nostra ricetta.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

CIBI SURGELATI, QUALI EVITARE

Diciamoci la verità: i cibi surgelati rappresentano spesso un’ancora di salvezza. E’ la soluzione ideale per preparare qualcosa anche di ...

Continua a leggere

FRUTTA E VERDURA PER UN'ABBRONZATURA PERFETTA

Se cercate i cibi per la tintarella perfetta dovete guardare nei reparti di frutta e verdura. Già, proprio così: frutta e verdura per ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista