Lavorazione del riso: dalla sbramatura alla brillatura

Data Pubblicazione: 07/12/2016

Lavorazione del riso: dalla sbramatura alla brillatura

Prima di poterlo utilizzare in cucina, è necessario procedere con la lavorazione del Riso. Si tratta di un procedimento che è fatto prima di mettere in vendita il riso come noi poi lo consumiamo. Ma quali sono i segreti dietro la lavorazione del riso? Scopriamoli insieme!

Dal risone alla lavorazione del riso

Quando si raccogliere il riso ci si trova davanti al risone. Il chicco, infatti, è ricoperto dalla lolla, guscio duro che va eliminato per poter mangiare il riso. In passato, la lavorazione del riso avveniva manualmente: il guscio veniva eliminato con un bastone di legno dentro i mortai. Già dal XVII secolo il procedimento è divenuto meccanico.

Le fasi di lavorazione del riso

Primo passaggio da compiere è dividere il riso dalle impurità. Si aspirano erbe e terriccio, i sassi vengono eliminati, mentre grazie all'utilizzo di calamite si tolgono anche materiali ferrosi. A questo punto, ogni chicco è sgusciato tramite la sbramatura: per togliere la lolla, si passa il risone in una macchina chiamata sbramino. Terminata questa fase ci troviamo davanti al riso integrale: come noto, tale tipo di riso è un alimento con maggiori proprietà benefiche rispetto al riso bianco. Per trasformare il riso integrale in quello bianco, si procede con la sbiancatura: in questa fase, si passano i chicchi tra due pietre per eliminare la pula, una sorta di pellicina che contiene proteine, sali minerali e vitamine.

Altre fasi della lavorazione del riso sono la spazzolatura, la lucidatura e la brillatura. Con la prima si eliminano le farine che derivano dalle precedenti fasi. Con la lucidatura, invece, chiamata anche oliatura, si lavora all'aspetto del chicco aggiungendo un po' di olio di lino per ottenere il riso camolino.

Infine, con la brillatura si elimina la vitamina B1 e si rende il chicco più bianco e brillante. Ora siamo pronti a mangiarlo: qui si troveranno tutte le ricette con il riso.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CONSERVARE FRUTTA E VERDURA AL MEGLIO

Tra i metodi più conosciuti per conservare frutta e verdura, il più utilizzato consiste nel mettere il cibo in frigorifero. Questo significa ...

Continua a leggere

CIBI SURGELATI, QUALI EVITARE

Diciamoci la verità: i cibi surgelati rappresentano spesso un’ancora di salvezza. E’ la soluzione ideale per preparare qualcosa anche di ...

Continua a leggere

FRUTTA E VERDURA PER UN'ABBRONZATURA PERFETTA

Se cercate i cibi per la tintarella perfetta dovete guardare nei reparti di frutta e verdura. Già, proprio così: frutta e verdura per ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista