Lavare la salvia, procedimento e consigli

Data Pubblicazione: 09/12/2016

Lavare la salvia, procedimento e consigli

In questa guida vedremo come lavare la Salvia. Parliamo di una pianta aromatica che spesso trova spazio in cucina. Dai noti effetti benefici, era considerata l’erba della salute già in antichità, può essere consumata sia fresca che essiccata. Prima di vedere come lavare la salvia, diamo uno sguardo alle caratteristiche cui prestare attenzione quando scegliamo le nostre foglie di salvia: è importante che l’odore emanato sia intenso e molto gradevole, mentre dal punto di vista visivo le foglie della salvia devono essere integre e non presentare danni.

La salvia: erba dalla storia sacra

Tra le curiosità legate alla salvia, ce n’è una che racconta di quando la Vergine Maria dovette fuggire con il piccolo Gesù. La Madonna chiese aiuto a tutte le erbe e si narra che soltanto la salvia le offrì riparo sotto le proprio foglie difendendola dagli uomini di Ercole. Da allora la Maria per gratitudine disse che la salvia sarebbe stata la pianta preferita dagli uomini per sempre e che li avrebbe salvati da malattia e morte.

Lavare la salvia ed essiccarla

Torniamo in tema però e vediamo come pulire la salvia. Raccolte le foglie occorre lavarle con cura passandole sotto un getto di acqua fredda. Le foglie di salvia possono essere consumate sia fresche che essiccate. Essendo una pianta a fusto lungo, per essiccarle si possono appendere. Si uniscono le estremità inferiori andando a formare dei piccoli fasci legandole con dei nodi scorsoi (questa renderà possibile stringerli quando gli steli si ritireranno seccandosi). Questi mazzetti andranno poi appesi a testa in giù in un luogo asciutto e ben areato. Occhio che i fasci di salvia non devono essere appesi ad una parete né esposti ai raggi diretti del sole.

Salvia pronta da utilizzare

Solitamente nel giro di due settimane le foglie di salvia saranno seccate. Per verificare che il procedimento sia terminato, basta toccare le foglie. Sono pronte quando al contatto si sente uno scricchiolio e sono molto fragili. Se il luogo dove viene essiccata la salvia è invece dotato di impianto di riscaldamento, il procedimento può anche concludersi nel giro di 4-5 giorni. Per consultare tutte le ricette a base di salvia si può consultare questa pagina.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ERRORI A CENA CHE ROVINANO IL SONNO

Gli errori a cena possono compromettere anche il sonno. Non è certo una novità che quello (e come) si mangia la sera può andare ad incidere sulla ...

Continua a leggere

ERNIA IATALE

L’ernia iatale è una patologia che riguarda l’apparato digerente. In particolare si verifica quando lo stomaco passa dall’addome al torace ...

Continua a leggere

BOTULISMO

Con il termine di botulismo si indica una intossicazione causata dalle tossine prodotte dal batterio Clostridium botulinum. Si tratta di un ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista