Lavare il farro e tipologie di lavorazione

Data Pubblicazione: 06/12/2016

Lavare il farro e tipologie di lavorazione

Lavare il Farro è operazione semplice ma necessaria. Tra i cereali più antichi presenti al mondo, il farro è utilizzato in varie ricette. Per essere consumato occorre però lavorarlo cosa che può essere fatta utilizzando diverse tipologie di lavorazione, vediamole insieme.

Come lavorare il farro

Decorticatura o Svestitura: si tratta di un’operazione che serve per eliminare la glumella o lolla dai semi di farro. Tale vestitura è differente tra il farro piccolo (il ‘vestito’ è molto aderente) o il farro grande (lo si trova già aperto ed è quindi più facilitare da portare a termine la svestitura). Ad ogni modo già dopo questa lavorazione, i chicchi di farro possono essere utilizzati per preparare zuppe e minestre. Perlatura o Semi-Perlatura: è un’operazione che viene fatta anche per il riso e per l’orzo. Con tale lavorazione si va a graffiare la superficie del seme in modo da renderlo più chiaro e si riduce anche la presenza di fibre. Macinazione: è il procedimento attraverso il quale i chicchi del farro sono trasformati in farina. Tale farina potrà poi essere utilizzata per la panificazione o per fare la pasta.

Lavare il farro

Veniamo ora rapidamente come lavare il farro: i chicchi vanno passati sotto l'acqua con attenzione, avendo cura di eliminare ogni detrito o impurità. Per fare questo ci si può avvalere anche dell’aiuto di un setaccio. Successivamente occorre lasciare il cereale in acqua fresca, dalle 4 alle 12 ore in base alla tipologia.

Le ricette con il farro

La presenza del farro in zuppe e minestre è raccomandata in aggiunta a tuberi e legumi, in quanto va ad esaltarne i sapori. Molto conosciuto è il farro della Garfagnana che ha ricevuto anche il marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta).  Qui si possono trovare tutte le ricette con il farro, alimento che non è utilizzato soltanto per le zuppe.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

COME CONSERVARE IL VINO APERTO

Come conservare il vino aperto? Domanda lecita, soprattutto per chi non vive in famiglie molto numerose e in un momento in cui le cene con gli amici ...

Continua a leggere

COCA COCA LANCIA LA BOTTIGLIA DI CARTA

La Coca Cola guida la missione ambientalista nel mondo. Potrebbe sembrare un controsenso, eppure la nota azienda americana è in prima fila nella ...

Continua a leggere

COME PULIRE LA GUARNIZIONE DEL FRIGORIFERO

Pulire il frigorifero è fondamentale, ma c’è una parte a cui è importante prestare attenzione. Per conservare al meglio gli alimenti occorre la ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista