Lavare i grappoli di uva e come sceglierli freschi

Data Pubblicazione: 07/12/2016

Lavare i grappoli di uva e come sceglierli freschi

E' necessario lavare i grappoli di uva. Questo frutto è ottimo da mangiare, utile per fare il vino e la grappa, da consumare anche secco o nella preparazione di dolci, confetture e succhi. L’operazione è abbastanza semplice e non richiede molto tempo, quindi è bene farla per evitare di correre qualsiasi tipo di rischio connesso alla presenza di batteri e pesticidi.

Come scegliere l'uva fresca

Prima di vedere nel dettaglio qualche trucchetto pulire l’uva, diamo uno sguardo alle caratteristiche da prendere in considerazione per scegliere un buon grappolo d’uva. Il primo sguardo va dato al raspo che deve essere bello verde e tagliato in maniera netta. Da guardare ovviamente anche i chicchi d’uva. Il colore deve essere uniforme, inoltre devono essere ben attaccati al raspo. Sconsigliati prendere grappoli dove sono presenti acini molli e ammuffiti. Verificate che sul chicco d’uva sia presente una polverina bianca, creata dallo stesso frutto per difendersi da caldo. E’ un tipico segnale che il nostro grappolo è fresco.

Come lavare i grappoli di uva

lavare l'uva Ci siamo: vediamo come lavare i grappoli di uva. Metodo tradizionale è lasciare per qualche minuto il grappolo d’uva in un recipiente pieno d’acqua con un po’ di bicarbonato. Successivamente va cambiata l’acqua e sciacquata l’uva che così sarà pulita e pronta ad essere utilizzata. sciacquare l'uva Magari a Madrid nell’ultimo giorno dell’anno: tradizione vuole, infatti, che nel passaggio dal 31 dicembre al 1 gennaio, si debbano mangiare 12 acini d’uva seguendo il ritmo dei rintocchi della campana che segnala la mezzanotte. Riuscirci è di buon auspicio per il nuovo anno: perché non provarci? E se vi dovesse avanzare qualche chicco, potete usarlo magari per preparare un ottimo piatto prendendo spunto da una delle nostre ricette che troverete su questa pagina. Scelto il vostro piatto? Bene, non resta che accompagnarlo con un buon bicchiere di vino, ovviamente fatto con l'uva. Buon appetito!

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

ALIMENTI E CATTIVO ODORE

Cattivo odore, colpa del cibo. Ci sono alcuni alimenti che possono causare il cattivo odore del corpoe che quindi vanno ad influire in un problema ...

Continua a leggere

MANGIARE UVA FA INGRASSARE: LA FALSA CREDENZA

Settembre è il periodo dell’Uva e resistere al richiamo dei chicchi è troppo difficile. Un sapore irresistibile, un chicco tira l’altro ed ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A SAN GENNARO

Oggi, 19 settembre, è San Gennaro. Festa patronale a Napoli, giorno in cui (uno dei tre all'anno) avviene la liquefazione del sangue del Santo ...

Continua a leggere

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Commenti e voti

Scarica la rivista