Lavare e tagliare i finocchi prima di gustarli

Data Pubblicazione: 06/12/2016

Lavare e tagliare i finocchi prima di gustarli

Il finocchio è un ortaggio autunnale che ha nel clima Mediteranno il suo habitat preferito: prima di gustarli in una delle tante ricette, occorre Lavare e Tagliare i Finocchi accuratamente.

Come scegliere i finocchi

Partiamo, come sempre, con il vedere quale sono la caratteristiche da prendere in considerazione nella scelta dei finocchi. Tale ortaggio deve avere forma compatta e un peso maggiore rispetto al volume; inoltre occorre toccarli e valutarne la consistenza. Nel caso in cui siano presenti delle foglie verdi, accertarsi che il colore sia molto intenso. Prima di procedere con la descrizione di come lavare e tagliare i finocchi, una curiosità: l’espressione lasciarsi infinocchiare origina dall’usanza dei cantinieri di offrire alla clientela uno spicchio di finocchio prima del vino; il grumolo di tale ortaggio, infatti, presenta sostanze aromatiche che alterano il gusto, così da far apparire buono anche il vino di qualità pessima.

Lavare e tagliare i finocchi

Ma è il momento di dedicarci a come pulire e tagliare un finocchio: Innanzitutto posizioniamo il finocchio su un tagliere e, aiutandoci con un coltello, recidiamo i gambi all’altezza del bulbo. Adesso procediamo eliminando le foglie più esterne, soprattutto se risultano danneggiate: per farlo possiamo aiutarci con un coltello con il quale incidere la foglia in tutta la sua lunghezza e poi tirarla via spingendola verso l’esterno. Ora prendiamo quel che resta del nostro finocchio e tagliamolo in quattro parti. Procediamo a tagliare il torsolo centrale di ogni spicchio.

Affettare i finocchi

E’ arrivato il momento di mettere i nostri finocchi in acqua, lavando tutti gli spicchi. Il suggerimento è lasciarli riposare per qualche minuto in un recipiente con acqua. tagliare i finocchi Se invece vogliamo affettare il nostro finocchio, dopo averlo tagliato a metà e tolto il cuore da entrambi le parti, prendiamone una e poniamola sul tagliere a testa in giù: a questo punto con un coltello procediamo ad affettare il finocchio. Ora possiamo usarlo in una delle tante ricette possibili.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

PASTIERA IN CASA, IL VIDEO CULT DI DE LUCA: UNA SOZZERIA

Vincenzo De Luca continua a prendersi la scena per le sue invettive social contro i cittadini, in particolar modo contro coloro i quali non ...

Continua a leggere

DOMENICA DELLE PALME, COSA MANGIARE

La domenica delle Palme è quella che precede la Pasqua: quest’anno questa ricorrenza sarà sicuramente particolare. Niente messa, niente palma ...

Continua a leggere

QUATTRO APRILANTE, GIORNI QUARANTA: ORIGINE DEL PROVERBIO

Oggi è il 4 aprile e il proverbio parla chiaro: "Quattro aprilante, giorni quaranta". Sapete cosa significa? Si tratta di un detto napoletano, ...

Continua a leggere

Commenti e voti

Scarica la rivista