Le verdure surgelate: pro o contro?

Data Pubblicazione: 08/04/2017

Le verdure surgelate: pro o contro?

Le verdure surgelate sono fondamentali per affrontare periodi di freddo intenso. Il loro utilizzo in Italia è molto diffuso e il motivo è semplice. Pratiche, a lunga conservazione, anche economiche: hanno tutto per essere tra gli alimenti preferiti.  Ma non tutti ne conoscono pregi e difetti. Secondo una ricerca recente, ben il 73% di chi utilizza le verdure surgelate le considera uguali ai prodotti freschi per gusto e proprietà. Tutto vero?

Verdure surgelate, come quelle fresche?

In effetti, un alimento surgelato e conservato in maniera corretta ha proprietà nutritive simili a quelle dello stesso prodotto fresco. Un assunto vero soprattutto per quanto riguarda i macronutrienti come proteine, carboidrati e lipidi. Nelle verdure surgelate però un ruolo fondamentale gioca il tipo trascorso dalla raccolta alla consumazione. Un aspetto non di poco conto se si considera che i prodotti che troviamo in commercio sono prima conservati in celle di stoccaggio, poi passano al venditore diretto e, spesso dopo alcuni giorni, arrivano a tavola. Un problema considerato che in soli 3 giorni i broccoli perdono ben l'80% di vitamina C. Le verdure surgelate evitano tale problema visto che vengono surgelate dopo poche ore dal raccolto. Questo mantiene intatte i loro principi nutrizionali visto che le reazioni chimiche sono bloccate o quantomeno rallentate.

Alimenti surgelati, le proprietà

Le verdure surgelate hanno poi altri vantaggi rispetto ai prodotti freschi sul fronte degli antiossidanti. Una verdura fresca coltivata in serra in maniera forzata ne produce pochi. Lo stesso alimento, coltivato per essere surgelato, è lasciato crescere in maniera più lenta e quindi ha il tempo di sviluppare gli antiossidanti. Certo poi vanno consumati e non lasciati in freezer: dopo tre mesi, infatti, perdono il 75% di folati, vitamine utili contro anemie e tumori. Anche per questo le verdure vanno comunque consumate tenendo conto della data indicata sulle confezioni. Un altro aspetto riguarda il tipo di prodotto che compriamo. Per avere una verdura, surgelata, ma comunque naturale, è necessario che non si scelgano varianti particolari. Prodotti come creme, sformati o prodotti elaborati, pur essendo a base di verdure, prevedono l'utilizzo di grassi o sale che li allontanano dalle proprietà nutrienti delle verdure. Primi di verdure Secondi di verdure

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE IN VACANZA, LE SCELTE DEGLI ITALIANI

Mangiare in vacanza non è una questione secondaria, almeno non per gli italiani. Altro che mare, montagna o arte, le mete preferite dagli italiani ...

Continua a leggere

LISTERIA, COME CONGELARE SENZA RISCHIARE

Un nome che sentiamo sempre più spesso, soprattutto negli ultimi giorni: listeria. Si tratta di una famiglia di batteri che può essere rischiosa ...

Continua a leggere

CIBO A DOMICILIO, SUCCESSO DELLE APP: CUCINARE VA IN SOFFITTA?

Un trend in continua crescita che presto potrebbe portare alla ‘scomparsa’ delle cucina: è il cibo a domicilio, una moda che anche in Italia ha ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista