Utensili da cucina cinesi

Data Pubblicazione: 22/07/2016

Utensili da cucina cinesi

Utensili da cucina cinesi: quali sono i rischi?
Sono economici e si trovano in moltissimi negozi. Gli utensili da cucina importati dalla Cina sono sicuri o possono essere un rischio per la salute? Da ormai diversi anni i nostri negozi di casalinghi e utensileria sono invasi da prodotti a basso costo prodotti fuori dall'Italia, molto spesso in paesi extraeuropei. Gli stessi accessori possono essere acquistati anche nei sempre più diffusi grandi magazzini cinesi e negozi cinesi nelle nostre città. Generalmente, questi prodotti sono molto economici e, apparentemente, non dissimili da quelli prodotti in Europa o in Italia. Il dubbio sulla loro effettiva convenienza e, soprattutto, sulla sicurezza, è sempre presente. Ci si chiede, infatti, come sia possibile produrre a costi bassissimi pur rispettando tutti i criteri tecnici e igienici che ci si aspetta da accessori e utensili che entreranno a contatto coi nostri cibi. Il rischio più grosso, infatti, è che le sostanze con cui utensili e pentole sono prodotti possano, soprattutto a certe temperature e condizioni, essere passate al cibo. Va chiarito che tutti gli strumenti da cucina rilasciano delle sostanze che possono entrare a contatto con gli alimenti. Questi processi, che sono assolutamente normali per molti materiali, sono tenuti sotto controllo ed entro i livelli di guardia grazie a parametri costruttivi molto restrittivi e garantiti dalle normative europee. Negli ultimi anni, però, si sono moltiplicate le segnalazioni, e i sequestri, di utensili che non rispettano queste normative e rilasciano un quantitativo di metalli pesanti nel cibo che supera, anche di molto, i limiti imposti dalle normative. Si tratta soprattutto di pentole e utensili provenienti dalla Cina, anche se un numero limitato di sequestri ha riguardato accessori realizzati in Turchia, a Taiwan, in Thailandia e in Egitto. Si tratta tuttavia di casi limite in cui i prodotti incriminati vengono introdotti in Europa in modo illegale, magari passando prima per diversi paesi asiatici per confondere gli investigatori. I sequestri attuati dalle polizie di frontiera, che hanno coinvolto milioni di pezzi negli anni recenti, dimostrano come i controlli siano efficaci nel prevenire queste vere e proprie frodi. Per stare tranquilli, comunque, è fondamentale controllare che gli utensili che vogliamo acquistare presentino il marchio CE, come garanzia di rispetto degli standard europei. Un altro consiglio, che ha sempre valore in qualsiasi ambito, è quello di evitare prodotti eccessivamente economici e che possano destare sospetti rispetto alla loro provenienza. In molti casi, chi più spende meno spende. Quando si tratta di accessori da cucina, spesso una spesa iniziale più alta è in grado di fornirci un prodotto più duraturo e sicuro. Se volete saperne di piu' anche sulla effettiva sicurezza dei prodotti alimentari acquistati on line, leggete anche questo articolo.  

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

VOGLIA DI DOLCE: I SEGRETI PER COMBATTERLA

A chi non è mai capitato di non riuscire a frenare la voglia di dolce, quel desiderio irrefrenabile che ti porta ad eccedere con gli zuccheri ...

Continua a leggere

PERCHÉ MANGIARE UNA MELA AL GIORNO TOGLIE IL MEDICO DI TORNO?

Mangiare una mela al giorno fa bene: lo dice il proverbio, lo conferma la scienza. Ma perché mangiare una mela al giorno toglie il medico di torno? ...

Continua a leggere

MANGIARE IN VACANZA, LE SCELTE DEGLI ITALIANI

Mangiare in vacanza non è una questione secondaria, almeno non per gli italiani. Altro che mare, montagna o arte, le mete preferite dagli italiani ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista