Semi da frutta: ecco come piantarli e farli crescere

Data Pubblicazione: 03/12/2016

Semi da frutta: ecco come piantarli e farli crescere

Per mangiare biologico ed essere sicuri della provenienza dei cibi con cui ci nutriamo la soluzione migliore è quella di coltivarli in casa. Far crescere alberi da frutto è semplice se si ha un piccolo orto o un ampio e luminiso balcone a disposizione ed è ancora più facile trovare i semi da piantare. Infatti, basta raccoglierli ogni qual volta si mangiano albicocche, mele, prugne, nespole o ciliege. Per coltivare degli alberi di melo, ad esempio, occorre prima mettere da parte i semi neri che si trovano all'interno, pulirli ed essiccarli per poi piantarli in autunno in un terreno drenante. Quando dopo qualche mese inizieranno a crescere andranno messi all'esterno in un campo più grande per svilupparsi. I primi frutti si faranno attendere, in alcuni casi, 10 anni. Anche per vedere la bellissima fioritura delle nespole occorrono anni. I semi di quest'albero vanno piantati in inverno prima in un piccolo vaso e poi in un terreno più ampio. Per gustare le dolci albicocche, invece, bisogna seminare tra la fine dell'autunno e l'inizio dell'inverno. L'albero di albicocco inizierà a dare i suoi frutti dopo circa quattro anni e per crescere ha bisogno di un ambiente non troppo umido e riparato dalle gelate. Se invece si vuole coltivare il delicato pesco anche in questo caso è l'autunno il tempo migliore e un terreno fertile dove piantare i noccioli a 2 centimetri di profondità, mentre la bellissima fioritura arriverà dopo qualche anno. Il susino, invece, si può coltivare da ottobre ad aprile ed è bene mettere un solo seme in ogni vaso per farlo germogliare meglio. Inoltre, per agevolarne la crescita lo si può scalfire leggermente in superficie. La raccolta si svolge di solito a partire da giugno per tutta l'estate. Tra i semi più facili da coltivare, probabilmente, ci sono quelli di ciliegio, se ne possono mettere una manciata in un vaso, nel giro di un anno circa arriveranno i primi risultati. I semi di queste piante vanno conservati più o meno allo stesso modo: bisogna pulirli dai residui e lasciarli essiccare all'aria aperta su dei tovaglioli di carta, meglio se sono quelli assorbenti. Quando si sono seccati andranno riposti in un luogo fresco e asciutto in contenitori ermetici sia di vetro che di plastica per conservarli o utilizzarli nell'immediato, per vedere crescere giorno dopo giorno un albero rigoglioso e profumato. Per far questo, inoltre, occorre anche tanta pazienza e basta ricordare che, di solito, le piante da frutto vanno piantate in autunno per vederle sbocciare in primavera, in inverno per la raccolta in estate. Frutti climaterici

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

DAGLI INVITI AL MENU: ORGANIZZARE FESTE PER BAMBINI SPENDENDO POCO

Organizzare feste per bambini può trasformarsi in un vero e proprio incubo tra soldi da spendere, tempo da dedicarci e preparativi da organizzare. ...

Continua a leggere

FOOD&BOOK, LIBRI E CUCINA PROTAGONISTI A MONTECATINI

Dal 12 al 14 ottobre a Montecatini si terrà Food&Book, iniziativa organizzata dall'Associazione Leggere Tutti in collaborazione con Agra ...

Continua a leggere

I SEGRETI DEL POMODORO: 5 COSE CHE (FORSE) NON SAPETE

Il pomodoro è uno degli ingredienti più versatili della cucina mondiale. Il suo utilizzo è planetario e lo si ritrova in un’infinità di ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista