S-Cambia Cibo, contro lo spreco alimentare

Data Pubblicazione: 11/07/2016

S-Cambia Cibo, contro lo spreco alimentare

Nasce S-Cambia Cibo, lo spreco alimentare lo combatte: parliamo di questa community intelligente!
Gli sprechi alimentari rappresentano un grave problema delle società avanzate. Una nuova iniziativa di condivisione e comunicazione potrebbe arginarlo. In Italia gli sprechi alimentari assommano a quasi otto miliardi di euro all'anno, l'equivalente di mezzo punto percentuale del PIL. La dispersione di alimenti a livello domestico è la più grave e si attesta sul 42%, seguita dagli sprechi in fase di produzione, con il 39%. Paradossalmente, la ristorazione e la distribuzione sono i settori in cui si spreca di meno. La problematica affligge tutte le società avanzate, in misure diverse, ed è la conseguenza di un modello di consumo basato sull'abbondanza e, per certi versi, sulla velocità. Quante volte abbiamo osservato, sconsolati, un mezzo litro di latte scaduto in frigo, o un pacco di carne che avevamo dimenticato? Ora il problema potrebbe essere risolto, o quantomeno arginato, grazie ad una nuova iniziativa chiamata S-Cambia Cibo. Il progetto nasce da un gruppo piuttosto eterogeneo di professionisti, insegnanti e lavoratori nel campo dei social media la cui idea era di creare una rete di condivisione e di vicinato tramite lo scambio di cibo. All'atto pratico, questa intuizione si è trasformata in una piattaforma nella quale i partecipanti possono inserire le foto di cibi in scadenza o che non potranno mangiare. Altri utenti potranno, allora, dimostrarsi interessati al prodotto e accordarsi per scambiarlo con altri alimenti a loro disposizione. Il sito in questione è www.scambiacibo.it Ad uno sguardo più attento, il progetto non si limita a mettere a disposizione una piattaforma per lo scambio di cibi che, altrimenti, rischierebbero di essere buttati. Si tratta di un vero e proprio laboratorio che può educare ad un consumo più consapevole e, al tempo stesso, contribuire a rafforzare i legami di vicinato e il senso di appartenenza ad una comunità. Attraverso gli scambi si possono incontrare nuove persone e conoscere meglio i propri dirimpettai. La piattaforma offre la possibilità di integrare diverse forme di comunicazione sociale, sia attraverso le condivisioni sui social network, sia tramite l'inclusione di altre community già esistenti, come i condomini, i club, le associazioni o gruppi informali come, ad esempio, degli appassionati di jogging. Un progetto che mira all'efficienza dei consumi passando attraverso la consapevolezza sociale ed ambientale. Il progetto S-Cambia Cibo si inserisce in un trend crescente di iniziative che mirano ad una maggiore consapevolezza e razionalità nei consumi e, al contempo, mirano tramite questa a rinsaldare i legami sociali.
Lo spreco alimentare è un tema da non sottovalutare, si sono aperti molti dibattiti a questo proposito e talvolta sono state trovate anche delle soluzioni originali.
 

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

IL PARMIGIANO FA MALE? L'ALLARME DELL'OMS E IL PARAGONE CON LE SIGARETTE

Il parmigiano fa male: è l’allarme lanciato dall’OMS che avrebbe inserito il noto formaggio italiano tra i prodotti che possono nuocere ...

Continua a leggere

I 5 ALIMENTI DA NON RISCALDARE MAI

Non capita di rado che avanzi qualche alimento da pranzo e si metta da parte per riscaldarlo poi il giorno successivo. Attenzione però: alcuni cibi, ...

Continua a leggere

BUON APPETITO: PERCHÉ NON VA DETTO PER IL GALATEO

E’ una delle domanda che spesso escono fuori quando si parla di galateo: perché non è corretto augurare buon appetito all’inizio di un pasto? ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista