Regole per non buttare il cibo

Data Pubblicazione: 11/09/2016

Regole per non buttare il cibo

Poche semplici Regole per non buttare il cibo
 
Spesso non ci si pensa, ma è davvero tanto il cibo che si butta e si spreca: ecco allora poche semplici Regole per non buttare il cibo attraverso  accorgimenti quotidiani. Quante volte nel corso della propria quotidianità ci si ritrova a dover buttare via quello che si è messo nel piatto all'inizio della cena o del pranzo? Oppure si apre il frigorifero e ci si rende conto che qualcosa che si è comprato tempo prima non è stato consumato e ora è da buttare? Situazioni simili fanno capire che bisogna cambiare, per ragioni economiche ed ecologiche. Evitando di ritrovarsi a dover buttare il cibo si finirebbe con il risparmiare dei soldi che poi potrebbero essere utilizzati in altro modo. Ma riuscire a smettere di dover essere costretti a buttare il cibo avrebbe delle conseguenze positive non solo per il proprio portafoglio, ma anche per l'ambiente che ci circonda. Si pensi solo che cambiando questa deleteria abitudine si produrrebbero meno rifiuti di tipo organico e conseguentemente si andrebbe ad incidere positivamente sull'effetto serra, perché si sarebbe meno partecipi nella creazione di anidride carbonica. Il cibo in eccesso la cui destinazione finale è la spazzatura è un serio problema a cui occorre porre rimedio. Questa situazione è dovuta a diversi fattori e le responsabilità sono sia dei produttori, sia dei consumatori. Tuttavia vi sono delle semplici regole che se seguite correttamente possono portare a dare il proprio apporto per cambiare questo stato di cose. Prima di tutto bisogna fare la spesa più volte nel corso della settimana, per acquistare solo quello che serve realmente. Prima di recarsi al supermercato conviene fare una lista delle cose da acquistare, in modo da capire realmente cosa è necessario. Se possibile, fatta la spesa, è bene tornare subito a casa. Se poi si è in estate bisogna ricordarsi di mettere l'aria condizionata in macchina mentre si è sulla strada del ritorno. Bisogna poi rassegnarsi a perdere un po' di tempo nello scegliere della frutta e verdura che siano al giusto grado di maturazione e consumarla nei giusti tempi. Se possibile risulta preferibile indirizzarsi verso frutta e verdura "di stagione" e magari prendere frutti interi, i quali durano più a lungo prima di andare a male. Una volta a casa, riempiendo il frigo bisogna ricordarsi di mettere in bella vista la frutta e la verdura che si pensa di consumare di lì a pochi giorni. Infine, se possibile, è utile ingegnarsi in cucina e creare ricette "anti-spreco". Qui di seguite ve ne elenchiamo alcune: Panzanella tricolore Pane dolce fritto Frittelle di Riso e Mele Seguendo queste semplici regole si aiuterà il proprio portafoglio e, cosa più importante, l'ambiente in cui viviamo.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

LISTERIA, COME CONGELARE SENZA RISCHIARE

Un nome che sentiamo sempre più spesso, soprattutto negli ultimi giorni: listeria. Si tratta di una famiglia di batteri che può essere rischiosa ...

Continua a leggere

CIBO A DOMICILIO, SUCCESSO DELLE APP: CUCINARE VA IN SOFFITTA?

Un trend in continua crescita che presto potrebbe portare alla ‘scomparsa’ delle cucina: è il cibo a domicilio, una moda che anche in Italia ha ...

Continua a leggere

GAMBE PERFETTE, LE REGOLE PER L'ALIMENTAZIONE DA SEGUIRE

Chi non vorrebbe avere gambe perfette? Purtroppo il gonfiore è tra i sintomi più ricorrenti, soprattutto in piena estate. Eppure, oltre ad un ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista