Il peso delle posate influenza il gusto del cibo

Data Pubblicazione: 07/10/2016

Il peso delle posate influenza il gusto del cibo

Sapevate che 

Il peso delle posate influenza il gusto del cibo

?
Uno studio dimostra che

Il peso delle posate influenza il gusto del cibo

-  in particolare sono quelle "importanti" che rendono i piatti più appetitosi.
Il buon sapore di un piatto dipende certamente da come è stato cucinato e preparato, ma una recente scoperta ha dimostrato come sia possibile lasciarsi influenzare anche da fattori esterni al gusto vero e proprio. Sembrerebbe, infatti, che la percezione dei sapori di uno stesso piatto sia influenzata dalle posate utilizzate per mangiarlo e, in particolare, che le posate pesanti siano quelle che riescono a fare apprezzare maggiormente il gusto della pietanza. Questo risultato inaspettato si è ottenuto a partire da una ricerca che ha messo a confronto due gruppi di studio ai quali sono stati somministrati gli stessi piatti dello stesso ristorante: ad un gruppo sono state fornite posate leggere, ad un altro posate tre volte più pesanti. Ciò che è venuto fuori è che il gruppo che ha mangiato con le posate più pesanti ha trovato il piatto più buono ed era addirittura disposto a pagarlo di più. Il risultato di questo studio è aver dimostrato come il cervello umano si lasci condizionare anche da fattori esterni che non possono contribuire oggettivamente al gusto, come ad esempio il peso delle posate. Probabilmente, la mente ha associato la posata pesante a una posata di valore, magari d'argento, o comunque una posata servita in un ristorante di lusso che porta piatti di qualità; di conseguenza ha inconsapevolmente creato un legame tra la qualità della forchetta e la qualità del cibo assaporato. L'appagamento derivato dal gusto del piatto, quindi, non era tutto frutto del cibo mangiato perché fortemente influenzato dal giudizio complessivo dato al ristorante. Questo dimostra anche come spesso le valutazioni che crediamo essere oggettive, possano invece essere incredibilmente falsate da fattori nemmeno percepibili ed ipotizzabili logicamente. Altri precedenti studi, inoltre, avevano già dimostrato che anche la forma delle posate induce degli effetti positivi o negativi sul cibo: un cucchiaio in un piatto da portata induce a mangiare più alimento in esso contenuto, bicchieri più grandi inducono a bere più frequentemente, così come un design particolare delle posate può indurre a mangiare maggiormente. Alla luce di quanto scoperto è quindi importante non affidare alle posate la valutazione del gusto del piatto, ma si può sempre sfruttare questa furbizia in occasione di una cena importante, utilizzando cucchiai, forchette e coltelli più pesanti. Giocando sull'influenza mentale inconsapevole, si può ottenere maggior successo in cucina pur senza aggiungere alcun ingrediente segreto o particolare. L'importante è conoscerne prima gli effetti per poi affidarsi alla propria bravura. Abbiamo selezionato per voi anche questi due articoli, perchè ci sono tanti fattori che incidono sulla percezione del gusto di cibo e bevande. Vediamone alcuni: aereo e sapore del cibo la forma del bicchiere cambia il sapore del vino

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

DIETA DIGIUNO INTERMITTENTE: QUANDO E COSA MANGIARE

Dieta digiuno intermittente come funziona? Quante volte ne abbiamo sentito parlare, ma come si attua una dieta del digiuno intermittente? Scopriamolo ...

Continua a leggere

COME NON SUDARE D'ESTATE, I CIBI DA EVITARE

Se vi state domandando come non sudare, sappiate che l’alimentazione gioca un ruolo di fondamentale importanza. Già perché il caldo e l’afa di ...

Continua a leggere

ALIMENTAZIONE BAMBINI: CIBI DA MANGIARE ED EVITARE IN ESTATE

L’alimentazione bambini è un argomento molto sentito da tutti i genitori. Quando arriva l’estate poi, con le vacanze e il mare, il dibattito ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista