Il No diet day

Data Pubblicazione: 13/04/2016

Il No diet day

Il No diet day: uniti contro l'ossessione del peso
 

 
Il No Diet Day è la giornata internazionale contro le diete dimagranti, in particolare contro l'ossessione del peso e la tirannia delle calorie. 

L'evento, che si celebra ogni 6 maggio, prevede una giornata libera dalla dittatura della dieta, a favore di un'alimentazione sana, varia ed equilibrata e di una piena accettazione del proprio corpo. Naturalmente, l'auspicio è che tale atteggiamento travalichi la condotta di una sola giornata, per permeare l'intera esistenza.
L'iniziativa, nata nel 1992 per opera di Mary Evans Young, fondatrice dell'associazione "Diet Breakers", in passato afflitta essa stessa da problemi di anoressia nervosa, è giunta alla sua ventiquattresima edizione. Il No Diet Day fu creato con lo scopo di aprire gli occhi delle persone sugli effetti devastanti delle diete e dell'ossessione per la taglia e per i chili di troppo, tra cui disturbi alimentari gravissimi quali l'anoressia e la bulimia, e sulle conseguenze, non meno deleterie, delle discriminazioni dovute al peso. La Young diede vita al No Diet Day in seguito al suicidio di una quindicenne, che si era impiccata a causa delle ripetute prese in giro per il suo peso.
La prima edizione dell'evento ha avuto luogo il 5 maggio 1992 all'Hyde Park di Londra. Per l'occasione, una dozzina di donne dai ventuno ai settantasei anni si riunirono per partecipare ad un pic nic all'aperto, ma a causa della pioggia l'evento fu spostato a casa della Young. 
L'anno successivo, l'iniziativa prese piede tra le femministe di diversi paesi. Le statunitensi si rammaricarono per la coincidenza dell'evento con i festeggiamenti del "Cinco de Mayo" e chiesero di spostare il No Diet Day a un'altra data. È per questo motivo che oggi il No Diet Day si festeggia il 6 maggio.
Il No Diet Day mette in luce l'importanza di amare il proprio corpo e di puntare su uno stile di vita sano ed equilibrato piuttosto che sulle diete, che a lungo andare si rivelano inutili oltre che deleterie per corpo e mente. L'inefficacia delle diete è dimostrata dal fatto che nel giro di un periodo variabile la maggior parte delle persone riacquista il peso perduto.

L'evento, simboleggiato da un nastro azzurro, coinvolge oggi moltissimi paesi, tra cui USA, Canada, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Danimarca, Israele e India.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

IL LAVORO DEI SOGNI: MANGIARE AVOCADO E DIMAGRIRE

Il nuovo lavoro? Mangiare avocado per dimagrire! E’ l’offerta lanciata da un gruppo di ricercatori che vogliono approfondire gli effetti ...

Continua a leggere

KARMA, L'APP CHE COMBATTE LO SPRECO ALIMENTARE E AIUTA CHI HA BISOGNO

Si chiama Karma ed è una nuova applicazione che si pone l’obiettivo di combattere lo spreco alimentare e aiutare i bisognosi. Un’idea semplice ...

Continua a leggere

LE 10 REGOLE PER IL VERO CAFFÈ ITALIANO (SECONDO GLI INGLESI)

Caffè Italia, un binomio conosciuto in tutto il mondo tanto che all’estero c’è chi ha pensato bene di buttare giù un vademecum per bere un ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista