Il bicchiere giusto per ogni bevanda

Data Pubblicazione: 03/06/2018

Il bicchiere giusto per ogni bevanda

Si può sorseggiare del buon vino in un bicchiere da birra? E bere del cognac in una coppa di spumante? Non è solo questione di etichetta se esiste un bicchiere giusto per ogni bevanda. La forma di un bicchiere serve ad esaltare il gusto della bevanda, così per la birra artigianale la classica pinta va bene ma si può anche essere perfezionisti. Ed allora per le weizen è preferibile scegliere bicchiere dalla forma svasata, capaci di contenere mezzo litro: in questo modo la schiuma eviterà di strabordare e vi potrete godere in tutta tranquillità il vostro bicchiere di birra.
Per il brandy la questione si fa più delicata. Il bicchiere da brandy sarebbe il classico snifter, calici realizzati con vetro molto sottile a base larga che van a stringersi verso l’alto. Difficile però trovarli nei bar anche se la loro forma li rende perfetti per gustare in maniera degna del buon brandy: la base larga consente di impugnare il bicchiere e riscaldare il liquore, mentre l’apice stretto fa concentrare tutto il suo aroma. Purtroppo, invece, spesso si vede servire il brandy in un bicchiere tumbler: non il massimo!

Bicchiere da vino o Champagne

E cosa dire dello Champagne: il classico flûte, il bicchiere da brindisi per intenderci, è un po’ in disuso, sostituito dalle coppe che garantirebbero al vino una maggiore areazione. Per il gin, invece, non si può fare a meno della ‘copa de balon’, tradizionale in Spagna e Portogallo. Qui entra in scena anche l’estetica: volete mettere la bellezza di un bicchiere decorato con rosmarino dove nel gin galleggiano tanti cubetti di ghiaccio. Poesia allo stato puro.
E’ di romanticismo si parla anche con un bicchiere di vino. In questo caso la scelta non può essere sbagliata: la quantità di aria presente in un bicchiere influenza l’aroma del vino. Allora occorrerà scegliere le classiche coppe per far sì che il vino dia il meglio di sé. Tradizione purtroppo anche questa in via di estinzione: anche per il vino i tumbler sembrano essere la nuova moda. E la tentazione è di fare come la principessa Margaret (sorella della regina Elisabetta II) che vedendosi servire del gin tonic in piccoli bicchieri, decise di prendere il primo vaso che aveva sottomano e bere il drink da lì.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE TARDI FA MALE: ECCO PERCHÉ

E’ diventata ormai un’abitudine per molte persone, ma mangiare tardi a cena non fa bene al nostro organismo. Con una vita sempre più frenetica e ...

Continua a leggere

IL PARMIGIANO FA MALE? L'ALLARME DELL'OMS E IL PARAGONE CON LE SIGARETTE

Il parmigiano fa male: è l’allarme lanciato dall’OMS che avrebbe inserito il noto formaggio italiano tra i prodotti che possono nuocere ...

Continua a leggere

I 5 ALIMENTI DA NON RISCALDARE MAI

Non capita di rado che avanzi qualche alimento da pranzo e si metta da parte per riscaldarlo poi il giorno successivo. Attenzione però: alcuni cibi, ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista