Farsi servire rapidamente in un bar

Data Pubblicazione: 19/01/2016

Farsi servire rapidamente in un bar

I migliori sistemi per farsi servire rapidamente in un bar affollato

Nei bar può essere davvero difficile farsi servire velocemente nelle serate piene di gente, ma ecco la soluzione con i consigli degli stessi barman! 

È certamente capitato a tutti, soprattutto di venerdì o di sabato sera. Il bar o il pub è affollato, ci si avvicina al bancone e si ordina qualcosa ma il barman sembra non accorgersene e continua a servire altri clienti. Certamente occorre anche capire che il professionista deve servire tantissime persone e fa il possibile per essere veloce, ma non è piacevole per un cliente aspettare o avere l'impressione di essere ignorato. In questi casi un sistema che funziona quasi sempre è far ordinare ad una donna, ma come fare a farsi servire nella marea di persone che si accalcano nei locali? Gli stessi barman esperti possono dare utili consigli per evitare la frustrazione dell'attesa. 
La prima tecnica è quella di catturare lo sguardo del barista e sorridergli. Un gesto semplice ma che funziona perché è fondamentale nella comunicazione tra le persone. In questo modo si è stabilito un contatto e non si è più uno sconosciuto tra la folla ma un individuo e un cliente da servire. 
Il secondo consiglio è andare in un locale conosciuto e, soprattutto, dove si è conosciuti. Naturalmente, essendo clienti, si può avere attenzione molto più facilmente e senza attendere ore. Senza contare che è sempre un piacere poter ordinare "il solito", sentendo di poter ricevere un trattamento speciale.
Un altro sistema, a cui a volte non si dà troppo peso, è quello di chiedere la consumazione al barista con molta gentilezza, senza farlo come se fosse un ordine vero e proprio. Il professionista dietro al bancone non potrà ignorare una richiesta fatta in tale modo. 
Una particolare e curiosa strategia per farsi servire velocemente è quella di esprimere, con il volto e con il tono di voce, una certa necessità urgente. Potrà sembrare davvero strano ma funziona anche questo! Il barista sarà istintivamente ed emotivamente colpito. 
Un altro aspetto molto importante non solo nell'ordinazione al bar ma in ogni circostanza della vita è la comunicazione con il linguaggio del corpo. La postura, i gesti, gli occhi e il modo di muovere la testa sono più eloquenti delle stesse parole. Di solito avviene così spontaneamente che non si è coscienti di questo. A tal proposito è stato fatto un esperimento scientifico per capire quale fosse la posizione perfetta che un cliente deve assumere per essere, prima di tutto notato, e quindi servito. Lo studio ha dimostrato che occorre porsi a 90° con il bancone , e non in posizione angolata, con il viso che guarda il barista di fronte. Basta pensarci un attimo ed appare logico, intuitivo. 

Grazie a questi interessanti consigli essere serviti in un bar o pub affollatissimo sarà più facile, non si dovranno sopportare stressanti attese e ci si potrà godere la serata!

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE IN VACANZA, LE SCELTE DEGLI ITALIANI

Mangiare in vacanza non è una questione secondaria, almeno non per gli italiani. Altro che mare, montagna o arte, le mete preferite dagli italiani ...

Continua a leggere

LISTERIA, COME CONGELARE SENZA RISCHIARE

Un nome che sentiamo sempre più spesso, soprattutto negli ultimi giorni: listeria. Si tratta di una famiglia di batteri che può essere rischiosa ...

Continua a leggere

CIBO A DOMICILIO, SUCCESSO DELLE APP: CUCINARE VA IN SOFFITTA?

Un trend in continua crescita che presto potrebbe portare alla ‘scomparsa’ delle cucina: è il cibo a domicilio, una moda che anche in Italia ha ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista