Digestione, le regole d'oro per renderla perfetta

Data Pubblicazione: 31/08/2017

Digestione, le regole d'oro per renderla perfetta

La digestione è un processo fondamentale per l'organismo umano e la sua salute. Sentirsi assonnati dopo mangiato o essere stanchi può essere un campanello di allarme di una cattiva digestione. Seguendo la medicina cinese, la digestione dovrebbe servire a: trasformare le sostanze in nutrimenti per il corpo; distribuirle in tutto l'organismo; eliminare ciò che non è utile. Tutto questo richiede del calore ed è proprio ciò che è alla base delle cinque regole d'oro per un'alimentazione corretta e quindi una perfetta digestione.

Le regole d'oro per una corretta digestione

Si parte da un principio base: occorre mangiare cibi né troppo caldi, né troppo freddi per fare in modo che il procedimento fili via liscio. Ecco allora che la prima regola per digerire bene risiede nella giusta cottura. Questa, infatti, ha la funzione di una pre-digestione. Come cuocere bene i nostri alimenti? La carne andrebbe cotta poco o meglio consumata in carpaccio, ad esempio un carpaccio di manzo, accompagnandola con verdure a foglia verde. Il condimento deve essere limitato, soprattutto per quanto riguarda il sale. Infine, va mangiata come primo piatto in quanto chiede più tempo per essere digerita. Le uova, invece, dovrebbero essere mangiate dopo aver cotto l'albume ma con il tuorlo crudo. Infine, la verdura dovrebbe essere cotta in maniera leggera, a vapore o scottata, così da conservare gran parte delle vitamine. Altra regola riguarda le spezie: sono fondamentali per aumentare la digeribilità dei piatti. Queste, infatti, attivano il metabolismo risultando importanti anche in caso di digestione lenta. Ad esempio la curcuma è ottima per il fegato e per la flora batterica intestinale, mentre i semi di finocchio sono importanti per lo stomaco e stimolano la peristalsi. Utile anche lo zenzero, ottimo contro malattie cardiache ma anche contro il raffreddore.

Masticare per digerire meglio

Altro aspetto fondamentale per una buona digestione è la masticazione, che può essere considerata il primo passaggio del processo digestivo. La regola da seguire è masticare ogni boccone 30 volte. Per la frutta, invece, è preferibile non mangiarla a fine pasto in quando andrebbe a bloccarsi nello stomaco, rallentando la digestione anche degli altri alimenti. Da evitare anche i dolci che causano gonfiore e acidità. Frutta e dolci andrebbero invece mangiati al mattino o come spuntino pomeridiano. Infine, la regola madre: non mangiare troppo. Quasi scontato dirlo ma affinché la digestione sia perfetta, occorre evitare di appesantirsi eccessivamente. La regola da seguire è alzarsi da tavola senza sentirsi pieni. Si dovrebbe sempre avere 'posto' per un altro piatto che però non mangiamo.    

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE IN VACANZA, LE SCELTE DEGLI ITALIANI

Mangiare in vacanza non è una questione secondaria, almeno non per gli italiani. Altro che mare, montagna o arte, le mete preferite dagli italiani ...

Continua a leggere

LISTERIA, COME CONGELARE SENZA RISCHIARE

Un nome che sentiamo sempre più spesso, soprattutto negli ultimi giorni: listeria. Si tratta di una famiglia di batteri che può essere rischiosa ...

Continua a leggere

CIBO A DOMICILIO, SUCCESSO DELLE APP: CUCINARE VA IN SOFFITTA?

Un trend in continua crescita che presto potrebbe portare alla ‘scomparsa’ delle cucina: è il cibo a domicilio, una moda che anche in Italia ha ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista