Dieta personalizzata: 4 consigli utili

Data Pubblicazione: 14/03/2018

Dieta personalizzata: 4 consigli utili

Una dieta personalizzata è il giusto approccio per riuscire a perdere peso. Ogni persona deve seguire un regime alimentare specifico per riuscire a dimagrire: a incidere sono, infatti, diversi fattori come età, costituzione fisica, metabolismo, stile di vita.
Ecco allora che occorre una dieta personalizzata per dimagrire: inutile seguire quella della propria amica del cuore, diffidate da chi vi offre il suo piano alimentare perché “funziona benissimo”. Tutto deve essere incentrato su di voi, deve essere specifico per il vostro organismo. Prima di vedere come seguire una dieta personalizzata, diamo un rapido sguardo a come si calcola il peso ideale e quindi le calorie che ci servono per raggiungerlo.
Il peso forma deriva dall’indice di massa corporea che equivale al rapporto tra il peso e il quadrato dell’altezza. Da questo risultato si può poi vedere in che stato vi trovate secondo la classificazione fornita dall’Organizzazione Mondiale della sanità:

  • Sottopeso: Indice inferiore a 19
  • Normopeso: tra i 19 e i 24
  • Sovrappeso: tra i 25 e i 30
  • Obesità: superiore ai 30

Dieta personalizzata: i consigli prima del nutrizionista


Da qui si parte quindi per una dieta dimagrante personalizzata, potendo quindi valutare quanti chili dobbiamo perdere per rientrare in peso forma. Ovviamente le diete personalizzate devono essere stilate da un nutrizionista o un dietologo: il fai da te quasi sempre porta esclusivamente a perdere tempo. Può anche succedere di dimagrire per un po’, poi si recupera quanto perso e si ingrassa anche di più. Senza tralasciare il fatto che si può andare incontro anche a problemi di salute: con la dieta non si scherza!
In attesa della dieta del professionista consultato, potete però iniziare a seguire alcune regole di base, valide per qualsiasi tipo di regime alimentare:

  • Bere molta acqua: aiuta a drenare i liquidi in eccesso e ad eliminare i gonfiori eccessivi;
  • Mangiare frutta e verdura: favoriscono la perdita di peso e assicurano vitamine, sali minerali e fibre;
  • Attenzione ai condimenti: sono questi che fanno impennare quasi sempre le calorie di una qualsiasi ricetta;
  • Occhio agli sgarri: può capitare di lasciarsi tentare e non vi dovete sentire in colpa. Attenzione però: considerate comunque le calorie che lo sgarro vi apporta e cercate poi di porre rimedio!

Seguire questi consigli è un buon iniziato per una dieta personalizzata: poi sarà il nutrizionista a scegliere tra le tante diete, quella adatta a voi!

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CARNE, 5 MITI DA SFATARE

La mangiano quasi tutti, qualcuno addirittura esagera, ma in pochi conoscono realmente i segreti per cucinarla al meglio. La carne fa parte della ...

Continua a leggere

FESTA DELLA LIBERAZIONE: IL PIATTO DEL 25 APRILE È LA PASTASCIUTTA ANTIFASCISTA

E’ la festa della liberazione anche a tavola: si celebrano i 73 anni dell’insurrezione delle forze partigiane e della sconfitta del regime ...

Continua a leggere

CIBI SENZA GLUTINE, GRATIS PER I CELIACI: IL DECRETO

Cibi senza glutine gratis per celiaci: resta garantita l’assistenza a chi soffre di celiachia grazie al decreto approvato dalla Conferenza Stato ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista