Dieta ipoistaminica

Data Pubblicazione: 01/03/2019

Dieta ipoistaminica

Sono diversi i motivi per i quali è necessario seguire una dieta ipoistaminica. L’istamina è una molecola presente nel nostro corpo e che svolge la funzione di mediatore chimico. Tali molecole sono coinvolte soprattutto nella trasmissione di segnali relativi a reazioni allergiche. La dieta ipoistaminica può rendersi necessaria in caso di intolleranza all’istamina: in questi casi è opportuno mangiare alimenti che non contengono istamina. E’ bene precisare che una lista validata con alimenti senza istamina e soprattutto un elenco dove sia precisata la quantità di istamina non esiste. Ad ogni modo, si conoscono alcuni alimenti che possono essere considerati senza istamina e che quindi sono adatti ad una dieta ipoistaminica.

Dieta ipoistaminica, gli alimenti senza istamina

Se vi state domandando in una dieta ipoistaminica cosa mangiare, ecco un elenco:
  • Acqua
  • Caffè
  • Riso
  • Pasta
  • Cereali
  • Carne solo fresca o surgelata
  • Pollame solo fresco o surgelato
  • Pesce solo fresco o surgelato
  • Uova fresche
  • Latticini freschi
  • Lattuga
  • Cavolfiore
  • Broccoli
  • Cicoria
  • Soncino
  • Cetrioli
  • Aglio
  • Zucca
  • Bietola
  • Peperoni
  • Funghi
  • Ravanelli
  • Rabarbaro
  • Asparagi
  • Cipolle
  • Crauti
  • Zucchine
  • Mele
  • Pesche
  • Prugne
  • Ciliegie
  • Meloni
  • Limoni
  • Mirtilli
  • Uva spina

Inoltre nel preparare una ricetta per una dieta ipoistaminica si possono utilizzare condimenti quali olio vegetale, essenza d’aceto e spezie.
Sul versante opposto esistono alcuni alimenti che sono noti per possedere un certo contenuto di istamina. Tra questi troviamo: formaggi e bevande fermentati, aringhe, acciughe e sardine conservate, spinaci, pomodori, insaccati, fegato di maiale. In una dieta ipoistaminica inoltre va considerata anche l’azione istamino-liberatoria di alcuni alimenti come emmenthal, parmigiano, brie, caviale, tonno, vino rosso e bianco, uva, cavolo, ecc. Questi alimenti pur contenendo una poca quantità di istamina provocano la liberazione di istamina dalle cellule del sistema immunitario. Anche questi alimenti è consigliabile non mangiarli se occorre seguire una dieta ipoistaminica. Dell’elenco fanno parte anche ananas, lamponi, dadi per brodo, crostacei e frutti di mare e in generale il pesce conservato.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

IL CLORO

Il cloro è un sostanza chimica molto reattiva e può combinarsi con altri minerali inorganici creando sostanze potenzialmente dannose. Allo stesso ...

Continua a leggere

SBARAZZARSI DELL'ALITO PESANTE DOPO AVER MANGIATO AGLIO

Questo articolo lo dedichiamo a tutti gli amanti dell’aglio che, pur non volendo rinunciare all’amato gusto, si trovano sempre di fronte ...

Continua a leggere

PESCE FRUTTA E VERDURA DI MAGGIO

Questo mese, in quanto a clima, si sta rivelando molto particolare: difficile godersi il sole ed in molti hanno rinunciato alle passeggiate ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista