Alimentazione sportiva: gli errori da evitare

Data Pubblicazione: 13/07/2018

Alimentazione sportiva: gli errori da evitare

L’alimentazione sportiva è fondamentale per la prestazione: i migliori allenamenti possono essere vanificati in un batter d’occhio con un’alimentazione non corretta. Alimentazione e sport devono andare di pari passo, ecco allora che occorre evitare gli errori più comuni che gli sportivi ed in particolar modo i runner possono commettere.

Vediamoli insieme partendo dalla colazione: è un pasto fondamentale e non deve mai mancare. La sua importanza è dovuta al fatto che serve a rompere il digiuno prolungato che si è avuto durante la notte e mette al riparo i muscoli dalla gluconeogenesi, un processo che comporta la trasformazione delle proteine in glucosio per assicurare energia. Non fare la colazione significa andare ad intaccare la riserva di energia e mettere in circolo gli zuccheri, a cui poi si aggiungeranno quelli del pranzo per una doppia razione non proprio salutare. Sbagliato anche fare allenamento a prima mattina senza aver prima mangiato.

Alimentazione sportiva: l’importanza degli spuntini pre e post allenamento


Altro errore nell'alimentazione sportiva è relativo agli spuntini prima e dopo l’allenamento: nel primo caso occorreranno cibi energetici e che si smaltiscono rapidamente. Sì a pane tostato con miele e marmellata, magari con una spremuta; post allenamento, invece, servono cibi che consentano di recuperare gli aminoacidi muscolari e ristabilire le riserve energetiche: spazio allora a pane affettato, noci, parmigiano o yogurt magro con cereali. Da ricordare che lo spuntino post allenamento va fatto nell’arco della finestra anabolica, cioè entro 40 minuti dalla fine dell’attività, in modo che siano già attivati i trasportatori adibiti al trasporto delle proteine nel muscolo.

Tra gli errori più gravi nell’alimentazione dello sportivo c’è anche la disidratazione: bere molta acqua è fondamentale, perdere troppi liquidi può portare anche ad allucinazioni e problemi cardiocircolatori. Importante quindi bere con regolarità, non arrivando alla sensazione di sete: tre litri al giorno con meno quantità durante i pasti. Queste le indicazioni per seguire un’alimentazione corretta dello sportivo.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

VEGETARIANI: MENO INFARTI, PIÙ ICTUS

Vegetariani: meno infarti, più ictus. In sintesi sono questi i risultati di una ricerca pubblicata sul British Journal of Medicine: secondo tale ...

Continua a leggere

CARNE VEGETALE: TROPPO SALE E ZUCCHERO

La carne vegetale non è questo concentrato di salute che si vuol fa credere, anzi: secondo una ricerca realizzata dal George Institute for Global ...

Continua a leggere

LA VENDEMMIA DI ROMA

Torna l’appuntamento con La vendemmia di Roma, manifestazione che unisce vino e moda sulla scia di quanto accade a Milano con il format di via ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista