5 cibi da non lasciare mai fuori dal frigorifero

Data Pubblicazione: 12/08/2015

5 cibi da non lasciare mai fuori dal frigorifero

Il cibo è il grande piacere della vita, sempre che vi ricordiate di metterlo nel frigorifero: lasciato fuori, può diventare un pericolo per la salute.

Pancia mia, fatti frigorifero: alcuni alimenti, lasciati fuori a temperatura ambiente, rischiano di diventare un'arma a doppio taglio per il nostro stomaco. A causa dei batteri, dei vermi e dei parassiti che tendono a proliferare nei cibi conservati non correttamente, il piacere di un morso alla nostra pietanza preferita rischia di diventare fatale per la nostra salute. Per non trasformare un piacere in un enorme dispiacere, è sempre il caso di ricordarsi di 5 cibi che non vanno mai lasciati fuori dal frigorifero. A cominciare, ovviamente, dal più pericoloso: il pesce. Persino una piccola sogliola, se non congelata, rischia di trasformare il nostro intestino nel parco giochi di un verme nematoide marino comunemente noto come Anisakis: soprattutto gli amanti del sushi faranno bene a ricordarsi che il pesce crudo prima di essere consumato deve essere abbattuto, ovvero sottoposto ad una temperatura di -20 gradi per almeno 24/48 ore. Così come la carne. Lasciare fuori dal frigorifero una bella costata di maiale potrebbe... costare caro: la temperatura ambiente è l'ideale per la proliferazione di molti batteri, soprattutto se si ama la carne al sangue. Ma non è finita qui: è sempre consigliabile congelare la carne e, se la provenienza non è certificata, evitare di mangiarla poco cotta. A meno che non si voglia dare un tetto alla simpatica Trichinella, un batterio che mangia i tessuti e che si incista nei muscoli, o alla Tenia, nota ai più come verme solitario. Attenzione anche al latte e allo yogurt: dimenticarli fuori dal frigo potrebbe causare la prematura dipartita dei famosi fermenti lattici vivi, con conseguente lutto delle papille gustative in caso di incauto ingerimento. E nei casi meno fortunati, anche dissenteria, diarrea e vomito. Alla quarta posizione si collocano, invece, i classici avanzi: se il pranzo o la cena sono stati troppo consistenti, conservare ciò che resta in frigorifero è la soluzione consigliata, a meno di non voler ingerire un poco affascinante mix di batteri. Lasciare raffreddare gli avanzi e poi conservarli in frigo è la via migliore per evitare brutte intossicazioni alimentari. All'ultimo gradino, abbiamo scelto di collocare il lievito madre: lasciarlo fuori dal frigo non è un peccato mortale, ma attenzione alla temperatura dell'ambiente in cui lo si lascia. Ci si potrebbe ritrovare con una bella pizza al posto del bicchiere.

Pesce, carne, latte e avanzi: sono solo alcuni dei cibi che è sempre il caso di conservare in frigorifero, se non si vuole correre il rischio di pagare la propria smemoratezza con la salute.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

MANGIARE PIZZA FA AVERE SUCCESSO SUL LAVORO

Non solo bontà tutta da assaporare: mangiare pizza fa avere successo sul lavoro! E’ l’incredibile scoperta fatta da uno psicologo americano Dan ...

Continua a leggere

QUANTA VITAMINA D ASSUMERE OGNI GIORNO

Quanta vitamina D occorre assumere ogni giorno? E’ risaputo che parliamo di una sostanza che apporta benefici al nostro organismo. La vitamina D è ...

Continua a leggere

COSA MANGIARE A COLAZIONE PER DIMAGRIRE

Un abbondante colazione per dimagrire. Sembrerà un controsenso ed invece è la ricerca scientifica a dirlo: il primo pasto del giorno deve essere ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista