Ricetta pasta con le Cozze

di Cucinare.it

Ricetta pasta con le Cozze

Descrizione

La Ricetta Pasta con le Cozze è un primo piatto di semplice realizzazione che, grazie al suo gusto genuino e semplice, riscuote sempre molto successo tra gli amanti dei molluschi e del pesce in generale. La Pasta con Fagioli e Cozze è un vero classico della cucina campana, che unisce il buono dei legumi a tutto il fresco del pesce. Si tratta di una ricetta molto semplice ma gustosa, buonissima sia in bianco con semplicità che con l'aggiunta di un pò di salsa di pomodoro. A seconda quindi dei vostri gusti potrete portare in tavola un piatto molto corposo e nutriente da preparare con ingredienti sani e semplici. Perfetta sia d'estate che d'inverno, si sposa bene con vini bianchi fermi, secchi, serviti freschi. Consigli e piccole astuzie per stupire i tuoi ospiti Per preparare una pasta con le cozze davvero d'eccellenza, assicurati di scegliere un formato lungo (spaghetti, linguine, bavette) che resti perfettamente al dente senza perdere cottura e consistenza. Le "nonne" di Taranto erano solite conservare un po' di acqua di cottura delle cozze che, dopo essere stata filtrata, veniva aggiunta al condimento da utilizzare per "spadellare" gli spaghetti. E per completare nel migliore dei modi la preparazione, immancabile del buon prezzemolo fresco, magari appena raccolto. Sarebbe meglio evitare quello surgelato, che toglierebbe sapore all'intero piatto e non esalterebbe al meglio il sapore dei molluschi. Proprietà nutrizionali e abbinamenti Una porzione media di pasta con le cozze contiene all'incirca 597 calorie, è quindi particolarmente indicata come piatto unico in quanto contiene già tutti i nutrienti necessari per un pasto completo:
  • carboidrati,
  • proteine
  • e grassi.
Per completare la cena o il pranzo, quindi, è consigliabile servire solamente una semplice insalata verde leggera, condita con un po' di olio, limone o una vinaigrette alla mostarda. Evita di portare in tavola secondi piatti a base di proteine, formaggi e non associare altri carboidrati. Per evitare di appesantire troppo lo stomaco, anche il dolce dovrà essere scelto in base a criteri di leggerezza e digeribilità. Un'ottima idea potrebbe essere un bel sorbetto al basilico o al limone.

Ingredienti & Procedimento

  • 1

    Il compito più arduo di questa ricetta è sicuramente la pulizia della cozze di cui dovrete occuparvi prima di preparare il piatto, in quanto richiede del tempo. Se preferite potete anche acquistarne di già pronte alla cottura in pescheria o al supermercato

  • 2

    Per cominciare la ricetta preparate poi il vostro soffritto, mettendo in una padella dell'olio, prezzemolo, aglio e peperoncino, il tutto tagliato a pezzetti

  • 3

    Lasciate rosolare il trito fino a quando l'aglio non sarà ben dorato

  • 4

    Versate poi le cozze già pulite all'interno del soffritto di verdurine e cuocete con il coperchio per qualche minuto, fino a quando non vedrete che le cozze si sono già schiuse

  • 5

    Dopo aver cotto le cozze versate il sughetto in una ciotolina a cui aggiungerete le stesse cozze solo dopo averle sgusciate una ad una

  • 6

    Rimettete poi le cozze con il sughetto di nuovo nella stessa padella e lasciatele cuocere insieme ai fagioli cannellini per circa dieci minuti

  • 7

    Nel frattempo potete far bollire l'acqua in un'altra pentola e cuocere così la pasta che avete scelto

  • 8

    Nel momento in cui fagioli e cozze avranno creato insieme un composto ben cremoso, spegnete la fiamma e aggiungete sale e pepe a piacimento

  • 9

    In questo composto dovrete poi inserire la pasta scolata al dente per farla ben mantecare per qualche minuto con cozze e fagioli

  • 10

    Spegnete poi il fuoco e servite la pasta ancora ben calda con una spolverata di prezzemolo fresco

Scarica la rivista

Informazioni generiche

Difficoltà
facile
Tempo di preparazione
00:25
Tempo di cottura
00:20
Porzioni
persone
Categoria
Primi di pesce
Pubblicata il
06/05/2015
N° visualizzazioni
619

Condividi questa ricetta

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Scarica la rivista