Moscardini scalogni rucola

di Cucinare.it

Moscardini scalogni rucola

Descrizione

Abbinare Moscardini scalogni rucola è stata un'idea che mi è venuta al mercato. Si tratta di sono un secondo piatto a base di pesce molto gustoso e particolare. I moscardini sono molluschi simili al polpo e vengono anche chiamati "polpi di sabbia". Hanno dimensioni più ridotte, una sola fila di ventose sui tentacoli e si trovano prevalentemente nel mar Mediterraneo. Il loro apporto calorico è modesto: 82 calorie per 100 gr. di prodotto edibile. Anche i grassi sono presenti in quantità modestissima così come il colesterolo. Sono, invece, ricchi di proteine ad alto valore biologico e di sali minerali come potassio, calcio e ferro. I moscardini hanno carni tenere, digeribili, molto saporite e sono parecchio utilizzati in cucina. Gli esemplari più piccoli sono ottimi in frittura. Mentre quelli più grandi si prestano bene ad essere cucinati in umido. Inseriti in favolose zuppe di mare e sautè oppure lessati... Tagliati a pezzetti e utilizzati per realizzare appetitose insalate di mare. Anche la pasta si arricchisce di sapori e fragranze uniche e saporose se condita con un sugo a base di moscardini. Potete realizzare anche stuzzicanti antipasti con i moscardini sia che li serviate da soli e sia se accompagnati con frutti di mare.

Come fare i Moscardini con Scalogni e Rucola

In questa ricetta vengono cucinati in umido insieme agli scalogni. Il sapore dei molluschi e quello degli ortaggi si sposano alla perfezione originando un piatto dal gusto equilibrato e ben amalgamato. Il fondo di cottura forma una squisita salsa piuttosto densa, profumata e golosa.

La particolarità dei moscardini con scalogni e rucola è anche per l'ultimo ingrediente che viene aggiunto prima di servire in tavola: la rucola fresca.

Potrebbe sembrare solo una guarnitura che dona una nota di colore ma, in realtà, arricchisce di freschezza e fragranza questa ricetta. Infatti crea un contrasto unico e piacevolissimo con il calore e il sapore discreto degli scalogni... E si sposa molto bene anche con quello più intenso e deciso dei moscardini e della salsa di accompagnamento. Servite questo piatto con moscardini scalogni rucola ben caldo insieme a un mix di fettine di pane casereccio: bianco, integrale e saraceno. Il contorno ideale è una fresca insalata mista di valeriana e radicchio rosso oppure una colorata e profumata insalata di ravanelli e cetrioli. Il vino ideale per questa ricetta è un buon bicchiere di Chiaretto del Garda o di Schiava rosato del Trentino.  

Ingredienti & Procedimento

500 gr. di Moscardini già puliti

6 Scalogni medio piccoli

2 manciate di Rucola fresca

  • 1

    Pelate tutti gli scalogni. Tagliatene uno a rondelle e gli altri a metà per il senso della lunghezza. Versate l'olio extravergine di oliva in una padella antiaderente e unite lo scalogno a rondelle

    Moscardini scalogni rucola preparazione 0
  • 2

    Fatelo appassire dolcemente e poi aggiungete i moscardini puliti e lavati bene

    Moscardini scalogni rucola preparazione 1
  • 3

    Lasciate cuocere a fiamma bassa per una decina di minuti e a padella coperta mescolando ogni tanto. Quindi aggiungete gli scalogni tagliati a metà e aggiustate di sale

    Moscardini scalogni rucola preparazione 2
  • 4

    Continuate la cottura sempre a fiamma bassa e a pentola coperta finchè il fondo di cottura si sarà ben addensato, poi spegnete il fuoco

    Moscardini scalogni rucola preparazione 3
  • 5

    Sistemate nei piatti i molluschi insieme agli scalogni e al loro fondo di cottura

    Moscardini scalogni rucola preparazione 4
  • 6

    Spargeteci sopra la rucola fresca ben lavata ed asciugata. Portate subito in tavola: ora potete assaporare i moscardini con scalogni e rucola. Buon appetito! 

    Moscardini scalogni rucola preparazione 5
Scarica la rivista

Informazioni generiche

Difficoltà
facile
Tempo di preparazione
00:10
Tempo di cottura
00:25
Porzioni
2 persone
Categoria
Secondi di pesce
Pubblicata il
10/11/2016
N° visualizzazioni
1215

Condividi questa ricetta

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Scarica la rivista