Fideuà

di Cucinare.it

Fideuà

Descrizione

Quando pronuncio la parola Fideuà mi vengono immediatamente in mente i colori ed i profumi della Spagna. Questo è un piatto tipico di Valencia e ricorda per molti versi la più famosa Paella. La differenza è che il riso è sostituito dai "fideos", ossia degli spaghettini corti e ricurvi. La Fideuà è un piatto unico assolutamente perfetto sia a pranzo che a cena. Magari se state pensando di organizzare una serata a tema sul vostro terrazzo, fate un pensierino su questa preparazione "cugina" della Paella! E' una ricetta ricca e buonissima! Vi consiglio di utilizzare tutti ingredienti freschi in modo da ottenere un risultato ancora più gustoso!

Ingredienti & Procedimento

  • 1

    Per prima cosa bisogna pulire accuratamente i frutti di mare e il pesce

  • 2

    Pulite le cozze spazzolandone il guscio e sciacquandole sotto l'acqua corrente

  • 3

    Quando sarete certi di aver eliminato tutte le impurità, mettetele in una pentola e fatele cuocere a fuoco vivo per circa 5 minuti, o finché non saranno tutte aperte

  • 4

    Quando saranno cotte, filtrate l'acqua di cottura con un colino e tenetela da parte, sgusciate le cozze e poggiatele in una ciotola

  • 5

    Lasciate qualche cozza nel guscio per utilizzarla come decorazione finale

  • 6

    Adesso occupatevi della pulizia delle vongoleControllate che non contengano sabbia, quindi sciacquatele abbondantemente

  • 7

    Scolate le vongole e mettetele in una padella, fatele cuocere fino a quando tutti i gusci saranno aperti

  • 8

    Scolatele dall'acqua di cottura (filtrate l'acqua e conservatela), sgusciatele e poggiate in una ciotola

  • 9

    Pulite le seppioline, con l'aiuto di un coltello cercate di eliminare l'osso e il ventre presenti nella testa del mollusco

  • 10

    Tagliate per il senso della lunghezza la testa della seppia e cercate di individuare ed estrarre delicatamente la sacca con l'inchiostro

  • 11

    Infine, separate i tentacoli dalla testa e con le mani cercate di tirar via la pelle

  • 12

    Tagliate le seppioline a striscette e mettete da parte

  • 13

    Adesso tocca ai gamberi. Tagliate via la testa e il carapace, sciacquateli sotto l'acqua corrente e mettete da parte

  • 14

    Pulite lo scorfano

  • 15

    Aiutandovi con un coltello, fate un taglio longitudinale sul ventre del pesce, in modo da poter eliminare gli organo interni

  • 16

    Sciacquatelo sotto l'acqua corrente e poi con delle forbici da cucina e tagliate via le pinne

  • 17

    Ponetelo in un tegame con l'aglio, il prezzemolo, il timo ed una manciata di pepe

  • 18

    Ricoprite d'acqua e fate cuocere a fiamma bassa per 30 minuti

  • 19

    Prelevate lo scorfano e filtrate il fumetto di pesce

  • 20

    Togliete le lisce e fate intiepidire

  • 21

    Nel frattempo lavate i peperoni, eliminate la parte superiore legnosa, tagliateli a metà in modo da eliminare anche i semi interni ed infine riduceteli a strisce sottili

  • 22

    Pulite i cuori di carciofi eliminandone le parti più coriacee e tagliateli a listarelle

  • 23

    Tritate lo scalogno, il peperoncino e tagliate i pomodorini in 4 parti

  • 24

    Prendete una paellera oppure una padella ampia dai bordi bassi

  • 25

    Versate l'olio, lo scalogno ed il peperoncino

  • 26

    Fate rosolare e aggiungete peperoni e carciofi

  • 27

    Successivamente aggiungete le seppie sfumando con il vino bianco

  • 28

    Unite i pomodori ed aggiustate di sale

  • 29

    Fate cuocere aggiungendo il fumetto di pesce e lo zafferano

  • 30

    Aggiungete gli spaghettini e versate ulteriore fumetto

  • 31

    Fate cuocere mescolando molto spesso, fino a quando la pasta non sarà al dente

  • 32

    Da ultimo unite i gamberi, le vongole, le cozze e lo scorfano

  • 33

    Pepate, decorate con prezzemolo e servite nella stessa Paellera. Buon appetito.

Scarica la rivista

Informazioni generiche

Difficoltà
difficile
Tempo di preparazione
01:30
Tempo di cottura
01:00
Porzioni
6 persone
Categoria
CUCINA ESTERA
Pubblicata il
14/07/2015
N° visualizzazioni
462

Condividi questa ricetta

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Scarica la rivista