Pulire il pollo intero

Data Pubblicazione: 16/08/2019

Pulire il pollo intero

Vedremo in questa rubrica come pulire il pollo intero: un’operazione necessaria per cucinare il pollo, sia per chi lo vuole fare intero, sia per chi ha necessità poi di tagliarlo. Pulire il pollo intero è fondamentale per potersi poi gustare in piena sicurezza questo alimento, sfruttando una delle tantissime ricette che possono essere fatte, come ad esempio il pollo arrosto.

Pulire il pollo intero: come fare

Il primo passaggio è ovviamente togliere le viscere: per eviscerare il pollo intero, occorre adagiarlo sul tagliere e staccare testa e zampe, poi eliminiamo le punte delle ali. A questo punto posizioniamo il pollo con il dorso rivolto verso l’alto e pratichiamo un’incisione sul collo, nel senso della lunghezza. Poi facciamo un altro taglio vicino alla cassa toracica, quindi stacchiamo collo, trachea ed esofago. Successivamente utilizziamo la mano destra per entrare nell’apertura creata sul collo ed estraiamo i polmoni. Rivoltiamo il pollo e pratichiamo un’incisione verticale dal portacoda al ventre: eliminiamo eventuale grasso, poi afferriamo ed estraiamo delicatamente le interiora, facendo ad attenzione a non rompere il sacchetto del fiele attaccato al fegatino. Superata questa fase, passate il pollo sulla fiamma per eliminare qualsiasi residuo di peluria rimasta anche dopo la spennatura.
L’operazione di pulire il pollo intero è ormai giunta verso la fine: passiamo l’animale sotto l’acqua corrente e, volendo, utilizziamo anche del sapore di Marsiglia. Sciacquiamo bene, asciughiamo e… ora sappiamo tutto di come si pulisce un pollo intero! Possiamo decidere di cucinarlo così, oppure tagliarlo a pezzi. In quest’ultimo caso, si può procedere in questo modo: adagiamo il volatile con il petto rivolto verso l’alto, allarghiamo la coscia in modo da rompere l’articolazione, quindi incidete la polpa, poi eseguite un taglio tra la testa del femore e l’articolazione stessa; procediamo allo stesso modo anche per l’altra coscia. Quindi, una coscia alla volta con un coltello dividiamo fuso e sovracoscia; replichiamo lo stesso procedimento per le ali. Ora potete procedere con lo staccare la carcassa, entrando con un coltello e dividendo il petto dalla carcassa. Quindi fate un taglio netto sugli ossi della spalla e, infine, un altro lungo la parte centrale. Ora lo spezzatino di pollo è pronto!

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

COSA SI MANGIA IL MERCOLEDÌ DELLE CENERI

Cosa si mangia il mercoledì delle Ceneri? La domanda arriva dopo i bagordi di Carnevale con le grandi abbuffate che hanno caratterizzato gli ultimi ...

Continua a leggere

PERCHÉ SI LANCIANO I CORIANDOLI A CARNEVALE?

A Carnevale ogni scherzo vale anche lanciare centinaia di coriandoli per strada: ma quando e come nasce questa tradizione? Perché si lanciano i ...

Continua a leggere

TUTTI I NOMI DELLE CHIACCHIERE

E’ Carnevale ed è il periodo delle chiacchiere: impossibile non lasciarsi tentare da questi deliziosi dolci, ancora più buoni se inzuppati in un ...

Continua a leggere

Commenti e voti

Scarica la rivista