Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere la ricetta del giorno e tante altre novità

Pulire e tagliare il tacchino: procedimento completo

Data Pubblicazione: 09/12/2016

Pulire e tagliare il tacchino: procedimento completo

Pulire e tagliare il Tacchino non è operazione semplice. Solitamente il tacchino è acquistato già pulito e spesso anche già tagliato. Può capitare però di averlo tra le mani integro e quindi dover pulire e tagliare il tacchino, in base al tipo di ricetta che si vuole realizzare.

Pulire e tagliare il tacchino: tutti i passaggi

Vediamo quali sono tutti i passaggi da fare per pulire e tagliare in modo perfetto il tacchino: Partiamo con il togliere le penne se ancora presenti. Per farlo si immerge l’animale in acqua calda (60°) per una quarantina di secondi. Tolto dall’acqua, eliminiamo subito le piume. Per togliere anche le piume sottili si può utilizzare una fiamma prodotta da un cannello ossidrico facendo attenzione a non cuocere la carne dell’animale. A questo punto prendiamo il tacchino e lo adagiamo con la schiena sopra un piano di lavoro. Tagliamo le zampe all’altezza delle giunture delle ginocchia. Facciamo un foro all’altezza dell’ano a forma di V ed eliminiamo la ghiandola presente. Con una mano entriamo nella cavità addominale e togliamo tutti gli organi: il cuore, il fegato e il ventriglio possono anche essere conservati e cucinati. Occorre eliminare anche esofago e trachea: attenzione perché ci vorrà un po’ di forza per riuscire a rimuoverli.

Tagliare il tacchino

Ora possiamo tagliare il nostro tacchino: la prima incisione deve essere fatta all’altezza della giuntura tra coscia e corpo; separate le cosce si possono anche dividerle dal sovra coscia. pulire e tagliare il tacchino - le cosce A questo punto toccherà staccare le ali dal corpo, procedendo sempre allo stesso modo, cioè tagliando all’altezza dell’articolazione. Nel caso il tacchino fosse troppo grande, si possono dividere le varie parti in pezzi più piccoli. pulire e tagliare il tacchino a pezzetti E’ arrivato il momento di staccare la pelle: si parte da sotto il petto, poi con delle cesoia si rompono le ossa a livello delle costole per continuare il nostro taglio. Ovviamente se si vuole cucinare il tacchino intero non si dovrà procedere con gli ultimi due passaggi.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

QUANDO PESARSI? OGNI GIORNO PER DIMAGRIRE

Se siete a dieta e vi state domandando quando pesarsi, la risposta arriva da un studio scientifico: pesarsi ogni giorno aiuta a perdere peso. A ...

Continua a leggere

MIGLIORE DIETA 2019: LA CLASSIFICA

Il 2019 è ormai in cammino da un po’ ma il percorso è ancora lungo. Normale domandarsi quale sia la migliore dieta anche per quest’anno: ...

Continua a leggere

SAN VALENTINO, COME RENDERLA (O RENDERLO) FELICE

Finalmente è arrivato: San Valentino, la festa degli Innamorati. C’è chi adora questo giorno, chi lo odia e chi… se lo dimentica! Se fate parte ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista