Le Vongole

Data Pubblicazione: 23/04/2016

Le Vongole




Vongola è un termine coniato dai napoletani per indicare un mollusco bivalve, ovvero dotato di due valve a forma di ventaglio che possono avere un colore che varia dal bianco al grigio e anche al giallo.
Il termine vongola deriva dal latino conchula ovvero conchiglia.
Esistono vari tipi di vongole, alcuni dei più diffusi sono :

  • Vongole veraci italiane: caratterizzate da un frutto dolce e tenero, è facilmente indentificabile dai cerchi più marcati sulla superficie delle valve;
  • Vongole veraci filippine : originarie dell'Oceano Pacifico ha una dimensione più grande delle vongole veraci italiane e il frutto è meno tenero;
  • Lupini : anche se molti non lo sanno i lupini appartengono alla famiglia delle vongole ma a differenza di quest'ultime il frutto interno non presente i sifoni, cioè i corni;
  • Longone : si trovano in presenza di fondali fangosi, sono molto delicate e dal sapore dolce.
Per quanto riguarda il punto di vista biologico, le vongole sono composte per circa il 77% da proteine e per la restante percentuale da carboidrati, grassi sali minerali e vitamine, in particolar modo sono ricche di vitamina A.
Spesso sono consigliate nelle diete ipocaloriche poichè sono dei frutti di mare che presentano un ridotto contenuto di grassi.
Quando acquistate le vongole, vi consiglio a far attenzione ad alcune importanti caratteristiche, prima di tutto dovete acquistare il prodotto fresco e vivo o al massimo surgelato, nel caso in cui vogliate acquistare un prodotto fresco controllate che le valve siano ben chiuse e intatte, inoltre informatevi sempre per quanto riguarda la provenienza.





Cenni storici



Non si sa di preciso quando sia iniziata la la pesca delle vongole, ma molto probabilmente si pensa che in tempi antichi, questo prodotto veniva raccolto occasionalmente e utilizzato come integratore nella dieta quotidiana, in particolare, i contadini dopo aver passato l'intera giornata negl'orti, approfittando della bassa marea, setacciavano le coste alla ricerca di questi frutti di mare. Con il tempo, la facilità di pesca ha fatto si che le vongole venissero sempre più diffuse e conosciute, tanto che intorno al 1700, veniva acquistato in particolar modo dalle classi più povere, alcuni infatti fanno risalire il nome "vongola" al termine "bibarassa" ovvero "poveraccia".
Tra la moltitudine di varietà di vongole, la specie Mercenaria, veniva utilizzata come moneta di scambio dai nativi americani, inoltre la specie Ming è considerata il mollusco più antico del mondo....!.
Voglio svelarvi una curiosità che pochi di voi conosceranno già:  "Operation Clambake" è il nome a cui si fa riferimento alla Clam Theory, ovvero la teoria delle vongole elaborata dia Ron Hurbard, secondo questo scienziato, gli esseri umani discendono dalle vongole e la negatività che caratterizza ognuno di noi, è legata al conflitto che si crea nel bivio di scelta tra il restare chiusi o aprirsi al mondo.... Interessante vero?...


Come Cuocere



Esiste un metodo efficace, forse il migliore in assoluto, per capire se le vostre vongole sono cotte : quando le valve dopo la cottura si apriranno, vorrà dire che il  vostro frutto di mare è pronto per essere gustato...
Potete cuocerle in padella, al vapore, alla brace, al forno o come preferite, l'importante è che le valve si aprano e poi siete liberi di condirle a piacere!.
Nel caso in cui, dopo la cottura le vostre vongole resteranno chiuse, vorrà dire che il prodotto non era fresco e che era già morto prima della cottura, quindi gettatelo direttamente.
D'altro canto, in alcune ricette le vongole vanno aperte a crudo, quindi in questo caso, munitevi di un coltellino abbastanza affilato e sottile, aprite le valve esercitando una leggera pressione ed estraete il frutto con attenzione.





Come Conservare



Le vongole sono un frutto di mare delicato, quindi per conservarle bisogna fare molta attenzione.
Questi molluschi vivono anche per diversi giorni fuori dal mare, grazie all'acqua che riescono a conservare all'interno della conchiglia.
Se volete conservare le vongole crude, sistematele in un canovaccio umido e chiudetele il più stretto possibile, mi raccomando non sciacquatele.
Sistematele nella parte più fredda del frigorifero e conservatele per massimo 12 ore.
Se volete conservarle cotte, per prima cosa pulitele, per maggiori informazioni date un'occhiata alla nostra guida Pulire Le Vongole, cuocetele e una volta che tutte le valve si saranno aperte, sgusciatele, sistematele in un vasetto di vetro e coprite con il sugo di cottura.
Fate intiepidire, chiudete con l'apposito coperchio e conservatele in frigorifero per massimo 2 giorni.
Se volete congelare le vostre vongole, cuocetele, sgusciatele e chiudetele negl'appositi sacchetti per alimenti o contenitori, chiudete e congelatele.
Potete conservarle per circa 2 mesi.


Varietà di preparazione delle vongole

Le vongole sono un frutto di mare che si presta bene a una moltitudine di preparazioni, in particolar modo agl'antipasti come le vongole veraci in guazzetto con ciliegini, aglio e peperoncino piccante, l'antipasto di vongole veraci con carciofi, le vongole alla marinara, o i primi piatti come i classici spaghetti alle vongole, le linguine alle vongole e pomodorini o gli spaghetti allo scoglio, fino ai secondi come un gustoso sautè di vongole.... se volete scoprire altre ricette in cui le vongole fanno da protagoniste, cliccate qui.


Per strappare un sorriso, una breve poesia...

Il silenzio delle vongole

L’unica occasione

di socializzazione

la vongola la trova in casseruola

finalmente in compagnia, e non più sola,

sebbene in verità, così soffritta,

ciascuna pensi a sé, restando zitta.

Altrimenti posa nella sabbia spessa

e lì si chiude sempre più in se stessa.
 

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

GAMBE PERFETTE, LE REGOLE PER L'ALIMENTAZIONE DA SEGUIRE

Chi non vorrebbe avere gambe perfette? Purtroppo il gonfiore è tra i sintomi più ricorrenti, soprattutto in piena estate. Eppure, oltre ad un ...

Continua a leggere

NON RIESCO A DIMAGRIRE: ECCO I MOTIVI

Dieta costante, tanti sacrifici eppure non riesco a dimagrire! Vi siete mai trovati anche voi in questa situazione: giorni interi passati a fare ...

Continua a leggere

ALIMENTAZIONE SPORTIVA: GLI ERRORI DA EVITARE

L’alimentazione sportiva è fondamentale per la prestazione: i migliori allenamenti possono essere vanificati in un batter d’occhio con ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista