Le Pere

Data Pubblicazione: 24/10/2016

Le Pere

Le Pere sono il frutto del pero ed appartengono alla famiglia delle rosaceae. Il pero è un albero molto robusto che può raggiungere anche i 15 metri di altezza, prevalentemente predilige un clima temperato e non tollera temperature troppo fredde o troppo calde. Esistono oltre 4000 varietà di pere, tra cui alcune delle più famose sono: - Pera William: la varietà più coltivata in Italia, in particolar modo in Emilia Romagna, è caratterizzata da una polpa bianca e dolce, si trova principalmente nel periodo da agosto a ottobre; pera_william - Pera Wiliam Rossa : ha una buccia dal colore rosso-giallo ed una polpa leggermente acidula, è ricca di fibre e si trova sul mercato nel periodo da agosto a gennaio; pera_william_rossa - Pera Decana : ha una buccia dal colore giallo-verde, una polpa bianca e dolce e si raccoglie nella prima decade di settembre; pera_decana - Pera Abate : ha una buccia dal colore verde-giallo con delle sfumature arancioni, ha una polpa bianca dolce e con una consistenza granulosa; pere_abate - Pera Conference : ha una buccia gialla-verde con una polpa dolce e aromatica, si raccoglie ad inizio ottobre e va consumata entro 2 settimane dalla raccolta; pere_conference - Pera Kaiser : caratterizzata da una buccia gialla e da una polpa giallastra e granulosa, ha un sapore molto dolce e si raccoglie ad ottobre. pera_kaiser Per quanto riguarda l'aspetto biologico della pera, è un frutto composto per circa l'84% da acqua e per la restante percentuale da proteine, zuccheri, ceneri, fibre e grassi, inoltre contiene una buona percentuale da vitamina A, vitamina B, vitamina C e vitamina E mentre per quanto riguarda i minerali è ricca di potassio, calcio, sodio, fosforo, ferro e zinco. Con il tempo sono emerse una moltitudine di proprietà benefiche di questo frutto tra cui : - Antitumorale, alcuni recenti studi hanno dimostrato che la buccia della pera contiene circa il triplo di fitonutrienti rispetto alla polpa, questi aiutano a contrastare i radicali liberi; - Riduce il colesterolo, tutti i tipi di pera sono ricchi di fibra in particolar modo nella buccia che contiene la pectina, una sostanza in grado di legare a se il colesterolo cattivo e di portarlo all'espulsione dell'organismo; - Gravidanza, la pera è un frutto consigliato alle donne in gravidanza poichè ricca di folati; - Ipertensione, questo frutto contiene una buona dose di potassio che aiuta a tenere sotto controlla la frequenza cardiaca, in questo modo apporta degli effetti benefici in caso di ipertensione. Infine, la pera è considerato un frutto altamente digeribile e poco calorico a 100 grammi di parte edibile corrispondono circa 35 calorie.

Cenni storici

Le pere sono un frutto con origini molto antiche, alcune fonti attestano che era già conosciuto e consumato dai popoli dell'Asia occidentale. Intorno a 600 a. C iniziarono a comparire anche in Grecia e dopo pochi anni, la coltivazione di questi frutti era già abbastanza diffusa. Secondo alcune leggende antiche, Polifemo per fare colpo sulla ninfa Galatea, pensò di esaltare le sue ricchezze, in particolar modo un frutteto di pere, mentre altre ne trovano traccia anche nell'Odissea. Il giardiniere del Re Sole Luigi XIV, Jean-Baptiste de la Quintinie si vantava di aver selezionato ben 500 varietà diverse di pere e di saperle coltivare in ogni periodo dell'anno in modo da averne sempre a disposizione per il suo sovrano. Da qui, il giardiniere nel 1690 produsse un trattato di pomologia. La passione per questo frutto era condiviso da gran parte della nobiltà europea ed i ricettari iniziarono ad arricchirsi di svariate e particolari preparazioni che vedevano protagonista questo frutto. " Dopo la pera, il vino" era un'usanza del periodo medioevale in Francia ed Inghilterra, da qui è nata l'usanza di preparare le pere cotte nel vino che ancora oggi è particolarmente diffusa in molti paesi, tra cui l'Italia.

Come conservare

Le pere sono un frutto ricco di vitamine e sostanze naturali che fanno bene al nostro organismo, se ne avete acquistato una scorta abbondante, ecco alcuni consigli per conservarle al meglio. Pere al naturale : se avete intenzione di consumare le vostre pere in periodi brevi, vi basterà sistemare i vari frutti in un apposito contenitore per la frutta e sistemarle in frigorifero. Vi consiglio di acquistare delle pere non troppo mature, in questo modo avranno il tempo di maturare e di essere sempre perfette per essere consumate (nel caso in cui acquistate molte pere già troppo mature, con il tempo potrebbero diventare troppo molli). Se non fa troppo caldo, potete conservare le pere anche a temperatura ambiente, fate attenzione però a non esporle al sole. conservare_pere1 Conserva di Pere : per prima cosa, controllate il tipo di pera, se sono ben mature e hanno molto succo, vi basterà sbucciarle e tagliarle a spicchi, mettetele direttamente in un vasetto sterilizzato. In caso contrario, sbucciate e tagliate le pere, fatele sbollentare per circa 2 minuti in una casseruola con acqua bollente e poi scolatele. Fate raffreddare subito sotto il getto di acqua fredda e poi sistematele nel vasetto. In entrambi i casi, assicuratevi di sistemare i pezzi di pera in maniera compressa all'interno dei vasetti, chiudete ermeticamente con l'apposito coperchio e sterilizzateli per circa 40 minuti. Se preferite, potete anche conservare le pere intere magari insaporendo con qualche scorza di arancia. conservare_pere2

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CIBO A DOMICILIO, SUCCESSO DELLE APP: CUCINARE VA IN SOFFITTA?

Un trend in continua crescita che presto potrebbe portare alla ‘scomparsa’ delle cucina: è il cibo a domicilio, una moda che anche in Italia ha ...

Continua a leggere

GAMBE PERFETTE, LE REGOLE PER L'ALIMENTAZIONE DA SEGUIRE

Chi non vorrebbe avere gambe perfette? Purtroppo il gonfiore è tra i sintomi più ricorrenti, soprattutto in piena estate. Eppure, oltre ad un ...

Continua a leggere

NON RIESCO A DIMAGRIRE: ECCO I MOTIVI

Dieta costante, tanti sacrifici eppure non riesco a dimagrire! Vi siete mai trovati anche voi in questa situazione: giorni interi passati a fare ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista