Latte di soia o vegetale: proprietà e controindicazioni

Data Pubblicazione: 05/03/2018

Latte di soia o vegetale: proprietà e controindicazioni

La bevanda alla soia, comunemente conosciuto come latte di soia, anche se in realtà non è latte, arriva dall’Oriente e si sta diffondendo anche da noi in Italia. Dolce o salato, è apprezzato da chi pratica un regime alimentare vegano o vegetariano ed è utilizzato per la preparazione di dolci e formaggi. Parliamo di una bevanda a base di soia, appunto, che può essere definita anche con il termine di latte vegetale, anche se a livello normativo la definizione più corretta è quella di bevanda di soia.

Il latte di soia fatto in casao acquistato al supermercato può essere realizzato con la soia intera o con la farina di soia. E’ apprezzato anche dagli ambientalisti che sostengono abbia un ridotto impatto sulla natura rispetto al latte vaccino. Questo perché con una stessa porzione di terreno, si produce una quantità di latte di soia dieci volte maggiore di quella del latte vaccino.

Latte di soia proprietà

Per qualcuno il latte di soia fa male, ma in realtà non è così. Presenta meno grassi e carboidrati di quello vaccino, buona quantità di lecitina e vitamina E, isoflavoni, e fitoestrogeni che favoriscono la salute del sistema cardiovascolare. Inoltre, questa bevanda aiuta a ridurre i livelli di colesterolo cattivo (grazie alla presenza della lisina), combatte l’osteoporosi ed aiuta anche le donne in menopausa riducendo le vampate di calore tipiche di questa fase di vita. A livello proteico, il latte di soia può essere facilmente equiparato a quello vaccino con un aiuto alla digestione che arriva dalla mancanza delle caseine presenti nel latte animale. Infine, la bevanda di soia è anche un efficace anti-tumorale: in particolare aiuta a prevenire il cancro al colon, alla prostata e al seno.

Valori nutrizionali 100 grammi di latte di soia:

Calorie latte di soia: 45
Grassi 1.99 g
Carboidrati 3.45 g
Proteine 2.94 g
Fibre 0.4 g
Zuccheri 2.53 g
Acqua 90.98 g
Calcio 140 mg
Sodio 50 mg
Potassio 141 mg
Colesterolo -

Cenni storici

Il latte di soia nasce in Cina: qui fin dall’antichità questo legume era utilizzato a scopi alimentare. Pare che la sua scoperta sia da attribuire a Liu An, della dinastia degli Han ed è datata 164 avanti Cristo.

Varietà di preparazioni

In cucina il latte di soia è utilizzato prevalentemente come sostituto del latte di origine animale. Anche se il sapore non è apprezzato da tutti, può essere utilizzato – proprio come sostituto di latte vaccino – per la preparazione di dolci, ma anche in ricette salate. Ad esempio si può usare per una deliziosa besciamella vegana.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CIBO A DOMICILIO, SUCCESSO DELLE APP: CUCINARE VA IN SOFFITTA?

Un trend in continua crescita che presto potrebbe portare alla ‘scomparsa’ delle cucina: è il cibo a domicilio, una moda che anche in Italia ha ...

Continua a leggere

GAMBE PERFETTE, LE REGOLE PER L'ALIMENTAZIONE DA SEGUIRE

Chi non vorrebbe avere gambe perfette? Purtroppo il gonfiore è tra i sintomi più ricorrenti, soprattutto in piena estate. Eppure, oltre ad un ...

Continua a leggere

NON RIESCO A DIMAGRIRE: ECCO I MOTIVI

Dieta costante, tanti sacrifici eppure non riesco a dimagrire! Vi siete mai trovati anche voi in questa situazione: giorni interi passati a fare ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista