L'Anguria

Data Pubblicazione: 24/10/2016

L'Anguria

L'Anguria, anche conosciuta come cocomero è un frutto molto voluminoso con una forma che può essere ovale o tonda, appartiene alla famiglia delle cucurbitaceae. La pianta dell'anguria è annuale, ha un fusto erbaceo strisciante ed un unica pianta può produrre anche 100 frutti. Tipicamente è da considerarsi un frutto estivo, infatti è conosciuto per la sua freschezza che è ottima per rinfrescare le giornate calde, ma ci sono alcune primizie che iniziano ad essere raccolte già dal mese di maggio. Esistono alcune varietà di anguria, in generale possiamo fare due macro distinzioni :

  • Anguria Crismon Sweet, coltivata in Italia, caratterizzata da un gusto dolce e una forma tondeggiante;
  • Anguria Sugar Baby, caratterizzata da una buccia verde scura e con una forma rotonda e piccola.
Per quanto riguarda le proprietà biologiche di questo frutto, è composto da circa il 94% da acqua e per la restante percentuale da zuccheri, proteine, fibre e ceneri, non contiene grasso ma è ricca di minerali come il magnesio, il fluoro, il potassio, il ferro, il fosforo e le vitamine come la vitamina A, la vitamina B, la vitamina C e la vitamina E. Tra le varie proprietà benefiche che l'anguria apporta all'organismo possiamo elencare : Rinfrescante, diuretica e depurativa, grazie alla grande quantità di acqua presente nell'anguria, un ottima fonte refrigerante per il corpo; Poche calorie, nonostante la sua polpa è molto dolce, l'anguria ha un apporto calorico molto basso, a 100 grammi di frutto corrispondono 20 calorie, infatti è molto indicato nelle diete per il suo effetto saziante e non ingrassante; Aiuta il sistema immunitario, l'anguria ha delle sostanza carotenoidi tra cui il licopene che aiuta a combattere i radicali liberi ed ha proprietà antitumorali; Contrasta la cellulite ed aiuta la circolazione sanguigna, prevenendo la formazione di grasso nelle vene e nelle arterie; Fa bene ai capelli e alla pelle, aiuta la pelle a rimanere elastica e la vitamina A invece favorisce la produzione di collagene. Attenzione se avete un intestino abbastanza "attivo" i semi di anguria sono noti per la loro proprietà lassativa! Per essere sicuri di acquistare una buona anguria, controllate prima di tutto che la buccia non sia avvizzita, ma risulti liscia e solida, poi provate a battere il pugno leggermente sul frutto, se sentirete un suono nitido vorrà dire che il frutto è fresco, infine, deve essere sufficientemente pesante poichè questo è indice che il frutto non è secco ma sarà ben dolce. Se invece volete acquistare un anguria già tagliata, il colore rosso brillante è simbolo di dolcezza.

Cenni storici

Il nome cocomero e anguria non sono stati casuali, per quanto riguarda il temine cocomero, si pensa che possa essere stato attribuito al suo colore verde scuro simile al colore dei cetrioli, mentre invece il termine anguria deriva dalla parola bizantina "angouri" ovvero frutto immaturo. Per quanto riguarda la sua storia, alcune testimonianze mostrano che l'anguria fosse già conosciuta nell'antico Egitto dove c'era la credenza che questo frutto fosse stato originato dal dio Seth e veniva sepolto nelle tombe dei faraoni come cibo che sarebbe servito nell'aldilà. Anche nella Bibbia compaiono tracce di anguria, in particolare quando gli ebrei stremati nel deserto di Sinai rimpiangevano i frutti dell'Egitto. Nell'antica Grecia, l'anguria era indicata con lo stesso nome del cetriolo. In Europa le prime angurie comparvero grazie alle importazioni dei crociati. L'anguria è un frutto che predilige il clima caldo, con il tempo si è diffuso in tutto il mondo. Ad oggi sono stati fatti vari esperimenti che hanno portato alla nascita di nuove tendenze e tipologie di frutti come ad esempio l'anguria gialla o le mini angurie senza semi. l_anguria1l_anguria2  

Come conservare

Solitamente le angurie sono un frutto molto ingombranti e pesanti e quindi per non rischiare di conservarle nel modo sbagliato ecco alcuni consigli che potrebbero esservi utili. Finchè l'anguria non verrà tagliata ed aperta potete conservarla anche per un paio di settimane in un luogo fresco e non troppo esposto al sole. conservare_anguria Se invece volete gustare subito il vostro frutto, dopo aver tagliato le fette è consigliato coprire la polpa esposta con uno strato di pellicola per alimenti, in questo modo impedirete all'aria di ossidare il frutto e la polpa resti fresca e succosa. conservare_anguria2 Se preferite conservare l'anguria per molto tempo in modo da averla a disposizione in tutti i periodi dell'anno è necessario congelarla. Eliminate la scorza esterna e tagliate la polpa a pezzi non troppo grandi, sciacquate i pezzi sotto l'acqua corrente ed eliminate i semini neri se preferite (e se avete pazienza). Mettete i pezzi di anguria in un sacchetto salva - freschezza, chiudetelo e congelate l'anguria fino a quando vorrete gustarla. A questo link come pulire e tagliare le Angurie

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

SCARTI ALIMENTARI, GUAI A BUTTARLI: QUANTE GUSTOSE RICETTE!

Per chi ama combattere gli sprechi, anche a tavola, ecco dei preziosi suggerimenti per utilizzare gli scarti alimentari per preparare gustose ...

Continua a leggere

TORTA DI COMPLEANNO, COME PREPARARLA IN CASA

La torta di compleanno non deve mai mancare: quando si decide di preparare una festa, che sia per grandi o piccini, chiudere con la torta è ...

Continua a leggere

DIETA LEMME, PERDERE PESO MANGIANDO PASTA, CARNE E PESCE

Sì a carboidrati e proteine, no a frutta, verdura, sale e dolci: questa in sintesi la dieta Lemme, un regime alimentare ideato da Alberico Lemme. Si ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista