Feta, il formaggio greco che ha conquistato il mondo

Data Pubblicazione: 12/12/2017

Feta, il formaggio greco che ha conquistato il mondo

E' il formaggio più conosciuto al mondo. Nato in Grecia ha fatto ben presto il giro del pianeta con il suo inconfondibile sapore: la feta! Prodotto con latte caprino o ovino, è un formaggio a pasta semidura e friabile, di colore bianco e dal sapore leggermente salato. Il suo nome deriva dal termine ellenico fetas per via del metodo di conservazione (si lasciano le fettine in salamoia).

Proprietà della feta

Ovviamente parliamo di un formaggio stagionato e quindi ipocalorico. Si toccano le 264 calorie in 100 grammi di prodotto. Questo alimento però assicura un buona quantità di proteine 'buone' in quanto ricche di amminoacidi e ad alta digeribilità. Presenta inoltre lipidi saturi e assicura un discreto apporto di colesterolo. Ovviamente, in quanto latticino, contiene lattosio ed è quindi non adatto a chi presenta questa intolleranza.

A livello nutrizionale va inoltre ricordata l'elevata presenza di sale, per via del procedimento di lavorazione con il quale è prodotta. Proprio per questo motivo la feta greca non è adatta a chi soffre di ipertensione, così come a chi ha problemi renali; sconsigliata anche in presenza di cellulite. Ad ogni modo, questo formaggio è anche ricco di vitamina B2, garantendo così un effetto positivo su tessuti, cataratta e capelli.

Feta calorie e valori nutrizionali per 100 grammi:

  • Kcal 264
  • Proteine 14,21 g
  • Carboidrati 4,09 g
  • zuccheri 4,09 g
  • Grassi 21,28 g
  • saturi 14,946 g
  • monoinsaturi 4,623 g
  • polinsaturi 0,591 g
  • colesterolo 89 mg
  • Fibra alimentare 0 g
  • Sodio 1116 mg
  • Alcol 0 g

Cenni storici

La storia di questo formaggio nasce in epoca antica. Originario della Grecia, oggi è prodotto anche da altri paesi come ad esempio la nostra Italia e la Danimarca. Una curiosità riguarda il termine feta che in siciliano è diventato 'feto': parola che sta ad indicare un cattivo odore. Si pensa che tale abbinamento sia stato fatto dagli stessi siciliani quando fu importato sull'isola per indicare l'odore emanato dal formaggio.

Altra curiosità è relativa al riconoscimento Dop attribuito nel 1996. Il marchio è stato ora ritirato in quanto basta il termine feta per chiarire le caratteristiche peculiari di tale prodotto.

Varietà di preparazioni in cucina

Questo formaggio greco è ovviamente utilizzato per la preparazione della tipica insalata ellenica, ma ricette con feta ci sono anche di altri tipi. Ad esempio è ottima per antipasti, ma anche per zuppe di verdure e sformati. Tutta da gustare la feta al forno, ma non si può resistere al richiamo delle lasagne con zucca e questo formaggio greco. Se non vi basta ancora, provatelo a mangiare fritto o ancora a realizzare delle squisite polpette. Ma di ricette ce ne sono a volontà: una più buona dell’altra!

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CARNE, 5 MITI DA SFATARE

La mangiano quasi tutti, qualcuno addirittura esagera, ma in pochi conoscono realmente i segreti per cucinarla al meglio. La carne fa parte della ...

Continua a leggere

FESTA DELLA LIBERAZIONE: IL PIATTO DEL 25 APRILE È LA PASTASCIUTTA ANTIFASCISTA

E’ la festa della liberazione anche a tavola: si celebrano i 73 anni dell’insurrezione delle forze partigiane e della sconfitta del regime ...

Continua a leggere

CIBI SENZA GLUTINE, GRATIS PER I CELIACI: IL DECRETO

Cibi senza glutine gratis per celiaci: resta garantita l’assistenza a chi soffre di celiachia grazie al decreto approvato dalla Conferenza Stato ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista