Cognac: origini, varietà e ricette

Data Pubblicazione: 17/08/2018

Cognac: origini, varietà e ricette

Con il termine cognacsi fa riferimento ad un distillato di vino dall’alta gradazione alcolica. Per realizzarlo si utilizzano solitamente vini non di elevata qualità, soprattutto derivanti dai vitigni bianchi della regione francese Cognac. Per produrre questo liquore si attua un doppio processo di distillazione, vediamolo nel dettaglio. La produzione si avvia con l’utilizzo del torchio tradizionale: la bevanda che si ricava è distillata due volte per ottenere la flemma. Si tratta di un liquido con una gradazione alcolica di circa 30 grandi. A questo punto si procede con la seconda lavorazione, tramite la quale si arriva a 70°. Raggiunto tale passaggio si lascia invecchiare per circa due anni: durante questo periodo l’alcol contenuto si attenua e il cognac diventa del classico colore ambrato, anche grazie all’aggiunta del caramello.

Varietà di cognac

Non esiste un’unica varietà di cognac. Nelle varie cantine se ne possono trovare di tutti i tipi. Una classificazione non esaustiva comprende: Borderies, Bois Ordinaires, Fins Bois, Grande Champagne e Petite Champagne. La differenza la fanno gli ingredienti utilizzati e la diversa provenienza delle acquaviti.
Un’altra classificazione è realizzata tramite la durata dell’invecchiamento. In questo caso troviamo:
VS o De Luxe (Very Special): l’acquavite più giovane utilizzata deve essere invecchiata almeno due anni;
VSOP, o Réserve (Very Superior oppure Very Special Old Pale): l’acquavite più giovane deve avere almeno quattro anni di invecchiamento;
XO (Extra Old): gli anni di invecchiamento dell'acquavite più giovane devono essere almeno sei.
Ma tralasciando le varie classificazioni non si possono non menzionare alcune dei brand storici legati al cognac: così occorre fare un accenno all’Hennessy cognac e al Courvoisier cognac, due tra le marche più note nel settore.

Cenni storici

Questo liquore ha sicuramente un’origine antica: le prime testimonianze risalgono al 1600, quando alcuni viticoltori olandesi distillarono dei vini per esportarli poi sulle coste atlantiche.

Varietà di preparazioni in cucina

Il cognac non è soltanto un liquore ma anche un ingrediente ottimo per alcune ricette. Volete qualche esempio? Impossibile non nominare i gamberoni al cognac ma anche l’aragosta alla catalana è una ricetta imperdibile, così come le fettine di manzo al cognac.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

BENEFICI VINO: DUE BICCHIERI PER PREVENIRE LA DEMENZA

I benefici del vino non si scoprono certo oggi: un’assunzione moderata fa bene all’organismo ed ora spunta un altro effetto positivo. Due ...

Continua a leggere

CURARE L'EMICRANIA CON LA CURCUMA: FUNZIONA DAVVERO?

La curcuma per combattere l’emicrania. Convivere con il mal di testa non è semplice: l’emicrania, sintomi spesso molto diversi tra di loro ...

Continua a leggere

SOSTANZE CHIMICHE NEGLI ALIMENTI, ATTENZIONE A CONTENITORI E CARNI LAVORATE

I pediatri lanciano l’allarme: attenti alle sostanze chimiche contenute negli alimenti. In particolare attenzione massima andrà assicurata per i ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista