Cioccolato fondente: il piacere di stare in forma

Data Pubblicazione: 15/01/2018

Cioccolato fondente: il piacere di stare in forma

Impossibile resistere alla sua bontà, al mix di dolce e amaro che lo ha reso famoso in tutto il mondo: ovviamente stiamo parlando del cioccolato fondente. Si tratta di un alimento a base di cacao dalle notevoli proprietà benefiche e dai tanti utilizzi in cucina. Scopriamone qualcosa in più.

Con il termine cioccolato si intende in generale un alimento che deriva dai semi dell’albero del cacao: la definizione dipende dalla composizione specifica, cioè da quanto cacao è presente ed altri fattori. Il cioccolato, nome scientifico Teobroma cacao, significa letteralmente cibo degli dei: serve spiegare il perché?

Quando si parla di cioccolato fondente si parla di un prodotto che abbina la sua bontà ad una serie di benefici per l’organismo umano. Anche se il nome fondente non è presente a livello normativo, è ormai conosciuto da tutti. La legge che ne spiega la definizione risale al 2003: presenza di cacao magro, cacao in polvere e granelli di cacao, burro di cacao e zucchero stabiliscono le varie tipologie di cioccolato e devono essere presenti nell'etichetta del prodotto.

Con il termine di fondente si indica un cioccolato che ha almeno il 43% di cacao, il 28% minimo di burro di cacao, mentre la pasta di cacao varia dal 55 al 70%: se supera tale limite si parla di extrafondente.

Proprietà del cioccolato fondente

Più volte abbiamo fatto riferimento alle proprietà benefiche del cioccolato fondente che sono direttamente proporzionate alla quantità di cacao presente. In particolare occorre che la percentuale di cacao sia almeno del 70% per usufruire di tutti i benefici garantiti da questo prodotto. Quali? L’elenco è lungo ed articolato: ad esempio mangiare fondente sembra che allunghi la vita; aiuta, infatti, a combattere l’invecchiamento per l’elevata presenza di antiossidanti; è noto poi l’effetto antidepressivo della cioccolata: mangiare fondente, infatti, aumenta la presenza di serotonina aiutando a combattere ansia e depressione. Inoltre sono stati studiati anche i suoi effetti afrodisiaci, le proprietà energetiche e la capacità di ridurre il colesterolo. Ma ci sono anche tanti altri benefici: ad esempio aiuta a tenere in salute il cuore prevenendo infarti ed ictus, aiuta la circolazione sanguigna e anche le funzioni cognitive.

Valori nutrizionali

per 100 g di Cioccolato fondente (60-70%)

  • Kcal 579
  • Proteine 6,12 g
  • Carboidrati 52,42 g
  • Zuccheri 36,71 g
  • Grassi 38,31 g
  • Saturi 22,031 g
  • Monoinsaturi 11,522 g
  • Polinsaturi 1,221 g
  • Colesterolo 6 mg
  • Fibra alimentare 8 g
  • Sodio 10 mg
  • Alcol -

Cenni storici

Quando si parla di cioccolato si parla di una storia che ha inizio nel periodo dei Maya: fu proprio questa popolazione a coltivare per prima la pianta di cacao. Si parla di una pianta che studi botanici fanno risalire ben a seimila anni fa. Decisamente più recente il suo sbarco in Europa che si deve a Cristoforo Colombo e Cortes.

Come conservare

Il cioccolato fondente va tenuto lontano da caldo, umidità e non esposto a luce diretta. La temperatura ideale è compresa tra i 12 e i 15 gradi. Importante inoltre non tenerlo insieme a cibi dai forti odori per evitare che questi vengano assorbiti. Così se occorre conservarlo in frigorifero è meglio tenerlo in un contenitore a chiusura ermetica.

Varietà di preparazioni

Occorre davvero descrivere quali e quante ricette possono essere realizzate con il fondente? Difficile non partire dalla torta con cioccolato fondente ma non è da meno la ganache con cioccolato fondente o ancora i tartufi al cioccolato fondente. Sempre in tema di dolci potete provare a realizzare una deliziosa mousse con granelle di nocciole, ma questo ingrediente può essere utilizzato anche per altre ricette. E allora che ne dite di un coniglio al cioccolato fondente: sapore inimitabile, assolutamente da provare!

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CARENZA DI FERRO, CONSIGLI PER UNA GIUSTA ALIMENTAZIONE

La carenza di ferro è un problema che accomuna molte persone. Le donne sono quelle che ne soffrono in maniera maggiore, anche a causa del ciclo ...

Continua a leggere

I 7 TRUCCHI PER SENTIRSI SAZI DOPO MANGIATO

Per chi cerca di dimagrire uno dei problemi da affrontare in un regime restrittivo è sentirsi sazi dopo mangiato. Già perché perdere peso ...

Continua a leggere

MIGLIOR PANETTONE 2018

Natale, tempo di panettoni: ma qual è il miglior panettone? A rispondere arriva una classifica stilata da esperti e può essere considerata una ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista