Cime di rapa e friarielli: proprietà e differenze

Data Pubblicazione: 06/12/2016

Cime di rapa e friarielli: proprietà e differenze

In questa guida parliamo di un ingrediente gustoso e molto conosciuto : le Cime di Rapa. Un ortaggio tipicamente italiano, ma approdato anche in America e Australia grazie all’opera degli emigranti, sono una verdura che da alimento della cucina povera sono diventate onnipresente nelle ricette, soprattutto del centro-sud Italia. Diffuse in particolar modo nel Lazio, in Puglia e in Campania, a Napoli sono conosciute anche con il nome di friarielli, che altro non sono che le infiorescenze delle cime di rape cotte nell’olio bollente con aglio e peperoncino che vanno ad accompagnare tipicamente le salsicce. Le cime di rapa (o friarielli o ancora broccoletti) sono scientificamente chiamate Brassica rapa, sono i racemi non fioriti della Brassica campestris. Dal sapore piccante e amaro, preferiscono un clima più caldo ed è per questo che le troviamo soprattutto al Sud, anche se ormai sono consumate anche nel settentrione: la loro stagione va da ottobre a marzo e la fioritura arriva tra gli 80  e 200 giorni dopo la semina in base alla verità (Quarantina, Cima di rapa di Aprila, Maggiaiola di Sala consilina).

Proprietà benefiche delle cime di rapa

Ricche di minerali (caclio, fosforo e ferro) e di Vitamine (A, B2 e C su tutte), le cime di rape hanno un abbondante presenza di proteine, poche calorie. A questo ortaggio si riconoscono proprietà disintossica ma è soprattutto consigliato il suo consumo in gravidanza: questo per l’elevata presenza di acido folico. Tra i benefici delle cime di rapa vanno segnalate anche le proprietà antiossidanti, disintossicanti e l’utilità nel combattere l’astenia.

Valori nutrizionali delle cime di rapa

Per ogni 100 grammi di cime di rape (o friarielli) abbiamo 32 Kcal e inoltre contengono:
  • Acqua 86,8 g
  • Carboidrati 3,1 g
  • Zuccheri 3,1 g
  • Proteine 4,2 g
  • Grassi 0,4 g
  • Colesterolo 0 g
  • Fibra totale 2,2 mg
  • Vitamina A 5 µg
  • Vitamina C 86 mg

Cenni storici

Anche se in molti sostengono che le cime di rapa siano nate in Italia, altra ipotesi è che i semi furono importanti nel nostro paese dall’Oriente ad opera dei Genevesi e che le prime coltivazioni furono fatte ad opera dei francesi. Altra ipotesi, invece, parla delle cime di rape introdotte in Europa soltanto nel XVII secolo e conosciute con il nome di Cavolo di Siria o di Copro. Ad ogni modo, è dal Regno di Napoli che arrivano le prime testimonianze sulla coltivazione su larga scala di questa verdura.

Come conservare

Le cime di rapa sono ottime se mangiate appena acquistate ma anche se conservate, nella maniera, giusta non perdono il loro sapere e soprattutto le loro proprietà nutrienti. Per conservare le cime di rapa si possono utilizzare vari metodi, vediamoli insieme: Frigorifero: crude, possono essere conservate nello scomparto frutta e verdura per due-tre giorni. Se cotte, possono essere conservate ugualmente in frigorifero ben coperte. Congelatore: Altro metodo di conservazione delle cime di rape è congelarle. Per farlo occorre cuocerle a vapore (15 minuti) o farle sbollentare in acqua bollente (circa 8 minuti). Successivamente vanno fatte scolare, raffreddare e inserite in un sacchetto adatto alla conservazione dei cibi. A questo punto possiamo metterle in freezer e andranno consumate entro sei mesi. Sott’olio Sott’aceto

Varietà di preparazione delle cime di rapa

orecchiette con le cime di rapasalsicce e friarielli Un tempo protagoniste della cucina povera, oggi le cime di rapa sono utilizzate in una varietà di preparazioni. Da cuocere sia in acqua salata che in padella, tipiche in Puglia sono le orecchiette con le cime di rapa, piatto tradizionale della cucina pugliese. Da assaggiare anche la variante Orecchiette e cime di rapa al forno filanti con mozzarella e olive. Ma tale verdura può essere inserita in varie ricette non solo di primi: altro piatto da sperimentare può essere la torta salata con cime di rapa, mentre a Napoli tradizione vuole gustarsi un gustoso piatto di salsicce e friarielli. A questo link potrete trovare tutte le ricette con le cime di rapa.

Condividi questo articolo

Scarica la rivista

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

I 10 MIGLIORI CIBI PER CHI SOFFRE DI MAL DI TESTA

Il mal di testa è un problema che può rivelarsi limitante. Chi soffre costantemente di emicrania può capire benissimo quanto questa possa andare ...

Continua a leggere

I DIECI ALIMENTI CONTRO IL MAL DI GOLA: I RIMEDI DELLA NONNA

È sicuramente uno dei fastidi più significativi di autunno e inverno, ma se ne può soffrire anche in piena estate: il mal di gola. Le cause di ...

Continua a leggere

CIBI DI LUSSO: GLI INGREDIENTI PIÙ COSTOSI E RICERCATI DEL PIANETA

Il lusso è anche in cucina: per chi ama i cibi raffinati ci sono determinati ingredienti a cui rinunciare è complicato. Parliamo dei cosiddetti ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista