Amaretto di saronno, il liquore dell'amicizia

Data Pubblicazione: 14/12/2017

Amaretto di saronno, il liquore dell'amicizia

E’ uno dei liquori più conosciuti al mondo. L’ amaretto di Saronno è tra i simboli dell’Italia: una ricetta semplice, da fare anche a casa, ma che nasconde il segreto del successo. Sì la qualità degli ingredienti, quel sapore inconfondibile che si ottiene mischiando brandy, spezie, zucchero e mandorle amare, ma anche l’idea di amicizia che si porta dietro. Ottimo come digestivo per fine pasto, è ideale anche come liquore da gustare in compagnia al caldo nelle serate invernali. L’amaretto di Saronno nasce nell’omonima città lombarda in provincia di Varese e presenta una gradazione alcolica di circa 25 gradi. Realizzato con infusione di erbe, zucchero e mandorle tostate in acquavite o brandy, è impiegato anche in varie ricette dolci.

La storia dell'amaretto di Saronno

Nato intorno al 1500, la sua storia è molto curiosa. Si racconta, infatti, che il successo sia dovuto ad una locandiera di cui si innamorò Bernardino Luini. Il pittore la utilizzò come modella per uno dei suoi dipinti. La ragazza volle allora ringraziarlo offrendogli un liquore realizzato con erbe, zucchero tostato, mandorle amare e brandy. Questa bevanda fu un vero successo che diventò ancora più grande a metà del secolo scorso con la nascita dell'I.L.L.V.A., l’azienda che sarà responsabile della diffusione a livello mondiale del liquore.

Varietà di preparazione

Come detto questo liquore è conosciuto in tutto il mondo ed è molto apprezzato come ingrediente per dolci. L’amaretto di Saronno prezzo è alla portata di tutti, ma si può anche farlo in casa: non richiede, infatti, distillazione ed è quindi facilmente realizzabile semplicemente mescolando i vari ingredienti. Prima di vedere proprio la ricetta amaretto di Saronno, almeno in linea generale, possiamo vedere quali sono le preparazioni nelle quali si può utilizzare. Sono sicuramente ricette dolci: ad esempio sono squisite le pere all’amaretto.

Ma vediamo per preparare l’Amaretto di Saronno ingredienti da usare: alcol, acqua, zucchero e mandorle. Le stesse mandorle che sono alla base degli amaretti di Saronno, biscotti secchi molto gustosi.

La ricetta

è davvero semplice: dopo aver sbucciato le mandorle, le trituriamo e le mettiamo a macerare in un barattolo con l’alcol a 90°. Dopo averlo fatto riposare per un mese, prepariamo un composto facendo bollire acqua e zucchero fin quando non otterremo uno sciroppo. A questo punto uniamo il macerato di mandorle e alcol (dopo averlo filtrato) con lo sciroppo. Mettiamo in una bottiglia di vetro e lasciamo riposare in un luogo fresco e asciutto per tre mesi almeno. Poi è il momento di berlo o di usarlo per una squisita ricetta.

Condividi questo articolo

Le nostre rubriche

L'universo culinario a portata di click

CIBI SENZA GLUTINE, GRATIS PER I CELIACI: IL DECRETO

Cibi senza glutine gratis per celiaci: resta garantita l’assistenza a chi soffre di celiachia grazie al decreto approvato dalla Conferenza Stato ...

Continua a leggere

CARNE ALLA GRIGLIA: PERCHÉ FA MALE

Ormai è cosa nota ai più: mangiare spesso carne alla griglia può provocare problemi di salute. Tra i rischi della carne cucinata alla griglia ...

Continua a leggere

PIZZE STRANE, LE FORME PIÙ CURIOSE AL MONDO

Può un grande classico come la pizza diventare una ricetta originale? Assolutamente sì, se parliamo di pizze strane: al bando la classica forma ...

Continua a leggere

Lascia un commento

Scarica la rivista