Le Noci possono essere considerate sia un seme che un frutto, solitamente con il termine “noce” viene indicata la parte commestibile di questo frutto.
La pianta delle noci, è molto imponente, è molto apprezzata anche per la qualità del suo legno.
In primavera, iniziano a nascere i primi fiori, da cui poi nasceranno i primi frutti verdi e di forma ovale ricoperti da un guscio chiamato mallo.
Quando le noci saranno giunte a maturazione, il mallo si secca e si apre, in questo modo la noce cade al suolo. Prima di poter essere consumate, le noci però devono essere lasciate asciugare in modo da eliminare l’umidità che si è creata all’interno del mallo.
In commercio è possibile alcune varietà di noci :
Le noci di Sorrento, sono le più diffuse in Italia, caratterizzate da un guscio marrone chiaro e poco rugoso, il gheriglio è chiaro e croccante;
Le “”     Lara, di origine francese, hanno un guscio più tondo e ruvido, il gheriglio è marrone chiaro;
Le “”     Manketti, sono caratterizzate da un guscio ovale e il gheriglio interno si presenta polposo e molto nutriente, sono molto diffuse in particolar modo nell’Africa sud-occidentale;
Le “”     Kemiri, anche conosciute come Noci Candela, sono una varietà diffusa in Indonesia, contengono un olio particolare che permette di utilizzare questi frutti come delle vere e proprie candele;
Noci Rosse, caratterizzate da un guscio marrone ma con i gherigli che si presentano di un particolare colore rosso, questa varietà è nata un po per caso, quando ingenuamente alcuni agricoltori hanno incrociato albero di noci inglesi e persiani;
– Le noci di Macadamia, molto note per le proprietà benefiche che le caratterizzano, infatti sono ricche di sali minerali e vitamine e aiutano a combattere i radicali liberi.

le_nocinoci_2noci_3

Per quanto riguarda la composizione biologica delle noci, sono costituite da circa il 64% di grassi e per la restante percentuale da proteine, carboidrati, fibre, zuccheri, acqua e ceneri, inoltre contengono la vitamina A, la vitamina B e la vitamina C. Per quando riguarda i minerali, sono ricche di zinco, rame, fosforo, ferro, sodio, magnesio e potassio.
Le noci apportano molti benefici all’organismo umano, infatti sono :
– Antitumorali : secondo molte ricerche, le noci aiutano a prevenire l’insorgere del tumore al seno grazie alla grande presenza di Omega 3e di sostanze antiossidanti;
– Abbassano il colesterolo : le noci si sono rivelate molto efficaci nella riduzione del livelli di colesterolo cattivo nel sangue, inoltre apportano benefici al muscolo cardiaco e all’apparato cardiocircolatorio.
– Aiuta le prestazioni fisiche : le noci contengono una sostanza, l’arginina che ha la capacità di dilatare i vasi sanguigni;
Benefici al Cervello : secondo alcuni studi, per ora condotti solo sugli animali, si sono creati i presupposti per dimostrare che le noci hanno proprietà utili alla memoria e alle varie funzioni cognitive.

Le noci non possono essere conservate per lungo tempo, poichè tendono ad aumentare la loro oleosità, diverso è il discorso per le noci secche che possono essere conservate per più tempo, preferibilmente in sacchetti per alimenti o in luoghi non umidi.

 

Cenni storici

Le noci sono conosciute come appartenenti alla categoria della frutta secca.
Ai tempi degli antichi greci e romani, le noci erano viste come un frutto dalle molteplici proprietà, la loro forma ricordava la testa umana, infatti si pensava che fossero indicate per curare le malattie della mente e dell’amore, per questo motivo, venivano regalate a coloro che soffrivano di deperimenti, oppure erano messi nelle tasche dei giovani in modo da farli innamorare.
Alle noci, erano attribuite anche delle proprietà afrodisiache.
Plinio, paragonava il mallo che avvolgeva il guscio della noce alla protezione e sicurezza che sono l’emblema della stabilità matrimoniale, infatti venivano gettate in aria ed offerte durante le cerimonie nuziali.
Nel periodo del Medioevo, le noci erano utilizzate per curare la debolezza di stomaco, oppure veniva preparato un infuso indicato per curare la tosse e l’asma.
Con il tempo, nacque la credenza che se le noci venivano raccolte il giorno di S. Giovanni acquisivano una valenza magica, le donne che le raccoglievano, utilizzavano un apposito strumento e spesso mettevano i frutti ancora verdi e immaturi in infusione nell’alcool. Da qui nacque il nocino, il famoso liquore.

nocino

Varietà di preparazioni delle Noci

Le noci sono un frutto che si presta bene per realizzare moltissime ricette come ad esempio le trofie con pesto di cavolo nero e noci, le polpette di quinoa con curcuma, radicchio e noci, i cantucci al gorgonzola con noci e pinoli, la pizza con mascarpone, noci e speck e molte altre ancora che potete trovare a questo link.